TARANTO FC

Taranto, la linea verde per stupire anche in C

Dalla rassegna stampa di oggi

Foto da pagina ufficiale FaceBook Taranto FC

Il Taranto ha iniziato a lavorare nel ritiro di San Giovanni Rotondo, avviando così la preparazione in vista del prossimo campionato di C. Tra oggi e domani, tra l'altro, sarà resa nota la composizione dei tre gironi e nel giro di una settimana verranno diramati i calendari. A circa un mese dall'inizio del torneo, si inizia a respirare clima di campo e di agonismo.
Intanto la dirigenza ionica ha creato una prima base di giovani, fondamentale per puntare ad una prima fonte di ricavi, cioè il minutaggio nell'utilizzo degli under (a norma di regolamento ne devono giocare almeno tre tra i professionisti). Da questo punto di vista è opportuno sottolineare come sul fronte della linea verde il Taranto ha patrimonializzato la maggior parte degli ingaggi, puntando e sperando su future plusvalenze.

Di tutti gli juniores messi sotto contratto (sono in totale undici), ben nove sono adesso di proprietà del club, di cui 5 con contratti pluriennali: Santarpia, Diaby, Tomassini, Granata e Labriola, quest'ultimo ufficializzato proprio ieri. Al momento gli unici in prestito sono gli atalantini Italeng e Ghisleni. E gli slot dei prestiti, da norme Noif, possono essere al massimo otto, quindi ci sono ancora sei posti disponibili, che probabilmente verranno occupati da elementi senior o comunque giovani ma con esperienza alle spalle. E' il caso di Del Sole, di proprietà della Juve, che rappresenta uno dei principali obiettivi di un mercato che Montervino, in tv, ha ironicamente definito «ancora da iniziare, con riferimento esplicito al fatto che il Taranto deve ora dare spessore alla rosa, immettendo esperienza e qualità maggiore. Oltre quella già formalizzata» con gli arrivi di Faiello, Longo, Benassai e le riconferme di Marsili, Guastamacchia e Versienti. Il tasso esperenziale dovrà essere concentrato in difesa (Zullo si sta allenando in prova, Schiavi rimane un obiettivo), con un occhio all'esclusione dalla C della Paganese che potrebbe liberare Murolo verso il Taranto. Ci sarà da fare a centrocampo almeno un colpo di livello, ma qui si aspetteranno le prime due settimane di agosto.

Tempistica che riguarda anche l'attacco, dove la situazione è più fluida che mai. Saraniti rimane il sogno: ha ancora un altro anno di contratto con il Palermo, che vorrebbe privarsene a titolo definitivo, con gli ionici che puntano ad un prestito. Come noto è stato proposto Piovaccari, svincolato dopo tre anni all'estero, ma quest'ultima è poco più di una suggestione al momento. Al tecnico Laterza piace molto l'ex Picerno Santaniello, anch'egli sotto contratto un altro anno con l'Avellino. Montervino, allo stesso tempo, non molla la presa sui giovani interessanti. L'ultima pista emersa porta al 2002 Sabino Signorile, esterno destro d'attacco scuola Milan, che da più parti danno come in via definizione con il Taranto. Così come firmerà a breve Manuel Cannavaro, altro 2002 cresciuto col Sassuolo, già aggregato in ritiro.

Fonte: Quotidiano di Puglia


Scroll to Top