SERIE C

Canonico chiede ''tempo e fiducia'', il Foggia tra ritiro e operazioni di mercato

Dalla rassegna stampa di oggi

Raduno, visite mediche, test e primi allenamenti. Trattative di mercato, in entrata e in uscita. Il nuovo organigramma societario e tecnico del club. L'estate del Foggia entra nel vivo, la formazione rossonera ha iniziato ieri il suo percorso di avvicinamento al campionato 2021/22 di Serie C.

In mattinata Zdenek Zeman è tornato in città, dopo la presentazione alla stampa avvenuta a fine giugno. Nel pomeriggio i calciatori sotto contratto si sono ritrovati allo stadio «Zaccheria»: tra loro alcuni dei tesserati della passata stagione, come ad esempio i difensori Pompa, Turi, Del Prete e Di Jenno, i centrocampisti Garofalo e Agostinone, e l'attaccante Nivokazi, e fra i volti nuovi anche qualche calciatore ex Bisceglie in prova, che verrà valutato in questi primi giorni di allenamenti in città o nella prima fase del ritiro pre-campionato, come il 24enne difensore centrale senegalese Diallo Layousse e il trequartista Claudio Ferrante, classe 2002. Fino a questo momento sono quattro gli acquisti ufficializzati dal club rossonero, tutti tesserati a titolo definitivo: il portiere Fabrizio Alastra ('97), il terzino destro Pietro Martino ('97), il centrocampista Davide Petermann ('96) e l'attaccante albanese Olger Merkaj ('97). Martino e Merkaj provengono dalla serie D e dai dilettanti in arrivo anche un altro innesto per i «Satanelli»: si tratta dell'attaccante esterno Francesco Felleca, classe ‘98, ex Catania, Aversa, Cavese, Rende e Portici, autore di 15 reti in Serie D nella passata stagione, con il Ghivizzano.

Da oggi fino a dopodomani in programma visite mediche e test, primi allenamenti. Poi, il 24 luglio, il Foggia partirà per la Valle d'Aosta, dove sosterrà la prima fase del ritiro pre-campionato, fino al 10 agosto: allenamenti a Chatillon, la squadra alloggerà in un hotel di Saint-Vincent. Dopodiché il gruppo rossonero rientrerà a Foggia per il debutto nella Coppa Italia di Lega Pro, previsto a metà agosto. Ieri sera, intanto, conferenza allo «Zaccheria» del presidente Nicola Canonico. Accanto a lui il tecnico Zeman e il direttore sportivo Peppino Pavone. Lo staff del boemo sarà completato dal vice allenatore Vincenzo Cangelosi, dal preparatore dei portieri Domenico Botticella, dal match analyst Diego Labricciosa e dal team manager Mario De Vivo.

In uscita l'esperto centrocampista Stefano Salvi, che ha risolto il contratto con il club rossonero: destinazione Legnago per l'ex Lecce. In dirittura d'arrivo anche le risoluzioni contrattuali con il portiere Fumagalli, che potrebbe seguire l'ex d.t. Corda al Seregno, e con il difensore Del Prete. «Stiamo lavorando 18 ore al giorno, su tanti fronti, per rinnovare il club - ha detto Canonico -. Dateci tempo e fiducia, il calciomercato è fatto di momenti d'attesa e altri in cui si può accelerare. C'è massima serenità e unione d'intenti tra la società, Pavone e Zeman». «Contiamo di mettere a disposizione del tecnico, per l'inizio del ritiro in Valle d'Aosta, il 70-80 per cento dell'organico. Al momento abbiamo una decina di giocatori, più 3-4 calciatori in prova», ha aggiunto il d.s. Pavone.

Fra sorrisi, voglia di scherzare e battute ironiche, Zeman ha aperto la sua ottava stagione sulla panchina rossonera, un'avventura iniziata nell'annata 86-87 e culminata con il ciclo di Zemanlandia dei primi anni Novanta in Serie A: «Spero di poter fare un buon lavoro come in precedenza - ha affermato il boemo -. Ho fiducia nella società e in Pavone riguardo alla costruzione della squadra, io proverò a far sì che il Foggia proponga un buon calcio e ottenga buoni risultati».

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno - Raffaele Fiorella


Scroll to Top