LEGA DILETTANTISTICA ASI

VCT, Mirabile: ''Se giochiamo così possiamo vincerle tutte''

Il difensore commenta la vittoria contro lo Studio Boccassini nell'ultimo turno

Il ritorno alla vittoria, il 5-1 contro lo Studio Boccassini, è un’iniezione di fiducia molto importante per la Virtus Calcio Taranto che così si rilancia nella corsa ai playoff del girone 2 di Lega Dilettantistica.
Al comunale di Paolo VI è stata evidente la differenza di categoria e il risultato sarebbe stato ancora più rotondo se non fosse stato per i legni colpiti, ma una ritrovata buona forma fisica ha compensato gli errori negli ultimi 20 metri.

È l’aspetto che in questo momento interessa di più ai ragazzi di mister Palumbo, in particolare a Gustavo Mirabile: “All’inizio riprendere a giocare dopo un lungo stop è stato difficile per tutti, anche per me che per il covid ho dovuto limitare diversi contatti e alcune volte anche il lavoro. Ora quel periodo è passato e dopo un po’ di assestamento siamo cresciuti rispetto alle prime partite, si vede che c’è più gruppo, ci arrabbiamo di meno l’uno con l’altro e giochiamo più di squadra”, ha detto il difensore commentando la vittoria di mercoledì sera.
Il caldo “si è fatto sentire comunque” nonostante l’orario e per non sprecare energie è stato utile il fraseggio: “Abbiamo cercato di giocare senza intestardirci e facendo girare la palla, io poi ho avuto la possibilità di sganciarmi e spingere di più sulla fascia. Ci siamo divertiti e se giochiamo così possiamo vincerle tutte, non vogliamo perdere più punti per strada”, ha confermato Mirabile.

I delfini stanno maturando convinzione e il terzino destro tarantino classe '98 accetta le sfide, soprattutto quella di mercoledì sera contro Programma Sviluppo, praticamente uno scontro diretto. Ma non solo quelle esterne con gli avversari, anche quelle interne: “Siamo tanti giovani in squadra e questo ci spinge a fare bene, perché sappiamo che chi non rende al 100% e gioca male poi rischia il posto alla partita successiva. La competizione interna fa bene, ma siamo uniti anche fuori dal campo, dato che usciamo spesso insieme la sera”, ha ricordato Mirabile. Che ha concluso soffermandosi sul ‘nuovo’ arrivo Nardone, suo compagno di reparto e giocatore più esperto del gruppo: “Lui ti aiuta anche nello sbaglio e ti sprona a fare meglio, per questa squadra è fondamentale”, ha sottolineato.


Scroll to Top