TARANTO FC

Il Taranto prova a blindare Laterza. L'obiettivo è dare continuità al progetto

Dalla rassegna stampa di oggi

Passato il tempo delle celebrazioni per la sofferta, quanto meritata promozione in serie C, in casa Taranto è tempo di pianificazione. In questi giorni la dirigenza è completamente assorbita dall'espletamento di tutte le pratiche relative al completamento della domanda di iscrizione al campionato di terza serie. Incombenze economiche e scadenze perentorie in questo momento polarizzano l'attenzione del club che, parallelamente ha già avviato i negoziati per i rinnovi di buona parte dell'organico che ha conquistato sul campo il salto di categoria. Tutte le valutazioni tecniche saranno vagliate del direttore sportivo Francesco Montervino, riconfermato nel proprio ruolo dal presidente Massimo Giove subito dopo il fischio finale della gara vinta a Lavello dai rossoblù.

Il primo tassello da incastonare nel nuovo organico sarà quello relativo all'allenatore. Giuseppe Laterza, timoniere della cavalcata trionfale dei rossoblù rimane la prima scelta. Il tecnico nativo di Alberobello, ma fasanese di adizione, però sarebbe in cima alla lista dei desideri di varie compagini di serie D che punterebbero a vincere nella prossima stagione. Su tutte Casarano e Lavello che sarebbero intenzionate ad assicurarsi un allenatore capace, preparato e vincente come Laterza. Il club jonico, però, vorrebbe dare continuità al progetto tecnico confermando l'allenatore della vittoria, così come lo stesso trainer sarebbe lieto di affacciarsi tra i professionisti dopo aver conquistato questo diritto sul campo. Un incontro tra le parti per definire l'eventuale prolungamento del rapporto potrebbe concretizzarsi alla fine della prossima settimana.

Per quanto, invece, attiene, alla rosa, l'intendimento comune è quello di non smantellare l'ossatura di un gruppo che ha dimostrato coesione e duttilità tattica. Tra i nomi in cima alla lista di Montervino figurano quelli del capitano Marsili, dei centrocampisti Tissone e Diaby, dei difensori Ferrara e Guastamacchia (anche se quest'ultimo avrebbe anche offerte di club di serie B), e degli esterni Santarpia e Falcone. Viaggia verso la riconferma anche il portiere polacco Dorian Ciezkowsky, al quale verrebbe affiancato un collega più esperto. Oltre alle riconferme il diesse sta valutando i profili di vari elementi di categoria, tra i quali quelli del difensore Murolo (37 anni svincolatosi dalla Carrarese), dell'esterno della Virtus Francavilla Leonardo Nunzella, del centrocampista Ricci (ex Potenza) e degli attaccanti Malcore e Loiodice, tutti in forza lo scorso campionato all'Audace Cerignola, in serie D.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno - Alfredo Ghionna


Scroll to Top