SERIE C

Potenza aspetta Gallo, pronte le strategie. Via libera per lo stadio

Dalla rassegna stampa di oggi

È la settimana di Fabio Gallo. Il tecnico di Bollate, riconfermato alla guida del Potenza anche per la prossima stagione, è atteso in città in questi giorni. L'arrivo del mister servirà per pianificare, dal punto di vista tecnico, la prossima stagione, con le scelte che dovranno essere operate in sede di mercato. Riconferme, cessioni e volti nuovi, tutto dovrà passare dalla stretta chiacchierata che la massima dirigenza avrà in questa settimana, che sta per iniziare, con l'allenatore lombardo.

Intanto dopo le schiarite sul versante societario (il presidente Salvatore Caiata cederà a titolo gratuito una piccola parte delle sue quote alla costituenda associazione Potenza 1919, mentre il socio di minoranza Tonino Iovino resterà al suo posto all'interno della composizione sociale) un altro passo organizzativo e operativo è stato compiuto e ha riguardato la disponibilità dello stadio «Viviani». Il Potenza ha ottenuto dall'amministrazione comunale (proprietaria dell'impianto) la disponibilità dello stadio di Viale Marconi anche per la prossima tornata agonistica, il che apre le strade alla comunicazione di rito alla Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi della Figc da fare in queste ore e poi al prossimo e decisivo step che riguarda l'iscrizione al campionato di serie C edizione 2021/2022. Uno step, quest'ultimo, al quale la massima dirigenza sta lavorando da diversi giorni con la messa a punto della fideiussione bancaria e della documentazione contabile e finanziaria del club sito in via Nazario Sauro.

Tornando allo stadio, il Comune avrà in carico la messa a punto di alcuni lavori che riguarderanno tra le altre cose gli spogliatoi e la copertura di una parte della tribuna centrale da svolgere a stretto giro, di sicuro prima dell'inizio del ritiro. Tornando all'associazione Potenza 1919 composta da sedici persone, la stessa oltre ad entrare nella composizione sociale, ha assunto l'impegno di coinvolgere altre forze imprenditoriali del territorio (provincia compresa). Lo scopo è corroborare le risorse economiche attorno al Potenza chiamato a confermarsi in un campionato di Lega Pro che si prevede ancora più impegnativo.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno - Mario Latronico


Scroll to Top