LEGA DILETTANTISTICA ASI

VCT, Bruno: ''Siamo stati poco efficaci, ci è mancata un po’ di cattiveria''

Il centrocampista commenta il pareggio contro Iacovone Turbato nell’ultimo turno

Il pareggio nella quinta giornata della Lega Dilettantistica ASI è un risultato che la Virtus Calcio Taranto non avrebbe voluto, ma alla fine bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno. Contro Iacovone Turbato, la seconda squadra di Serie A incontrata nel girone 2, si è vista per ampi tratti della partita la padronanza del campo da parte dei delfini, che però hanno fallito diverse occasioni da gol. È dello stesso avviso Vito Bruno, esperto centrocampista della squadra di mister Palumbo: “Ci è mancata un po’ di cattiveria, a volte siamo troppo belli anziché efficaci. Magari sarebbe stato utile procurarci qualche punizione al limite dell’area e avremmo dovuto sfruttare meglio le ripartenze senza sbagliare l’ultimo passaggio, o tirare proprio in porta, perché un sano egoismo in certi casi non fa male”, ha commentato all’indomani dell’1-1 sul campo comunale di Talsano.

Una vittoria avrebbe permesso di agganciare a quota 7 punti la diretta concorrente per i playoff, solo che il pari è arrivato in rimonta e la Virtus veniva da due sconfitte consecutive: “Se penso solo al risultato sono 2 punti persi per strada, ma facendo un discorso più ampio vedo un netto miglioramento rispetto alle ultime due partite. Ora abbiamo il turno di riposo che un po’ ci frena, questa partita ci sarebbe servita da slancio per ripartire”, ha considerato il tarantino classe 1980 che si è espresso anche su altri due fattori, l’arbitraggio e il terreno di gioco. “L’arbitro non ha condizionato il punteggio, in alcune occasioni ha fatto i cosiddetti errori di compensazione, come sul rigore non dato agli avversari ma nato da un fallo precedentemente non fischiato a nostro favore. A Talsano è bellissimo giocare ed è ovvio che con l’erba sintetica alta c’è bisogno di più forza nella corsa e nel passaggio, ma onestamente non ho notato grosse differenze rispetto agli altri campi”.

Bruno è una vecchia conoscenza della Virtus, avendoci giocato fino alla stagione 2018/2019, e ha sfruttato il regolamento della Lega Dilettantistica che consente il tesseramento in prestito da altre squadre, nel suo caso l’Ardita Due Mari. Dopo 5 partite il centrocampista ha iniziato a tracciare un bilancio: “Sono tornato con piacere per questo torneo e spero che si possa proseguire anche l’anno prossimo perché mi sono trovato bene. Al momento la mia esperienza è molto positiva e vedo giovani che possono crescere molto, come il mio compagno di reparto Carrieri che ha corsa e generosità e può migliorare tatticamente”.

Infine, lo sguardo è rivolto ai prossimi appuntamenti dopo la pausa: nell’ordine la Virtus affronterà Studio Ing. Boccassini, Programma Sviluppo e Atletico Statte, squadre provenienti dalla B1: “Non so se anche loro abbiano usufruito dei prestiti, ma penso che siano tutte partite alla nostra portata e ho fiducia nel gruppo”, ha concluso Bruno.


Scroll to Top