TARANTO FC

E dopo la festa il Taranto pensa alla stagione in C

Dalla rassegna stampa di oggi

foto Luca Barone

Dopo la festa il Taranto si proietta verso la nuova avventura in serie C. Una categoria conquistata sul campo dopo un entusiasmante campionato a lungo condotto e vinto al fotofinish nei minuti finali dell'ultima giornata. La dirigenza in questi giorni è alacremente impegnata ad assolvere a tutte le incombenze di natura economica a burocratica necessarie a garantire l'iscrizione al torneo di terza serie. Considerando che la stagione si è conclusa con notevole ritardo, il tempo a disposizione è davvero risicato e, dunque, al momento, tutte le energie sono concentrate su questo aspetto. Una volta assolti questi obblighi si procederà alla pianificazione di una stagione che abbia come obiettivo il consolidamento del club jonico nel panorama professionistico nazionale.

Il primo tassello da ufficializzare è quello relativo alla conferma del tecnico Giuseppe Laterza, che apparirebbe scontata dopo la promozione conquistata sul campo. Una ufficializzazione che potrebbe giungere a stretto giro, nonostante le sostanziose offerte che il tecnico avrebbe ricevuto in queste ore da Casarano e Lavello, pronte ad assicurarsi un allenatore vincente e capace per provare a centrare il salto tra i professionisti. Una volta definita la guida tecnica, si procederà all'allestimento di una rosa in grado di ben figurare in un torneo che si preannuncia altamente competitivo.

Il direttore sportivo Francesco Montervino è già al lavoro per blindare alcune riconferme importanti, come quelle di Marsili, Tissone, Diaby, Ferrara, Falcone, Santarpia, Guastamacchia e Ciezkowsky. Partire da una base solida sarà il punto di partenza per poi far decollare un mercato che al momento comincia a far circolare vari nomi attorno al Taranto. Su tutti quello dell'esperto difensore Michele Murolo (37 anni, appena svincolatosi dalla Carrarese) che potrebbe conferire esperienza e qualità alla difesa. Si valuta anche il profilo di Leonardo Nunzella, esterno di centrocampo e capitano della Virtus Francavilla in scadenza di contratto con il club del presidente Magrì. Dalla Virtus potrebbe giungere anche il difensore Francesco Pambianchi (già al Taranto per tre stagioni), protagonista nell'ultima annata di buone prestazioni che ne hanno determinato il ruolo di titolare inamovibile sia con la guida tecnica di Trocini che con quella di Alberto Colombo. Piacciono anche Della Corte (mancino dell'Aversa), Strambelli (segnalato, però ad un passo dall'Arezzo), Ricci (centrocampista ex Potenza), Liurni (Lavello), Loiodice e Malcore (Cerignola).

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno - Alfredo Ghionna


Scroll to Top