LEGA DILETTANTISTICA ASI

VCT, Nardone: ''Dovremo saper dosare le forze e non sprecare energie''

Il difensore a poche ore dalla sfida contro Iacovone Turbato: "Finora ha pesato la condizione fisica non ottimale"

Due sconfitte consecutive e oltre una settimana per ricaricare le energie fisiche e mentali. Questa è la situazione vissuta dalla Virtus Calcio Taranto in vista della delicata sfida contro Iacovone Turbato: l'anticipo della quinta giornata del girone 2 di Lega Dilettantistica è di fatto uno scontro diretto per i delfini, che in serata proveranno ad agganciare gli avversari a quota 7 punti.

Si tratta del secondo match contro squadre provenienti dal campionato di Serie A dell'ASI, quindi i ragazzi di mister David Palumbo sanno che è necessaria tanta attenzione. In particolare uno dei più esperti del gruppo, Benedetto Nardone: "Sicuramente è una partita di tutto rispetto, conosco gli avversari e so che vorranno vincere. Per noi finora hanno influito la mancanza di allenamenti frequenti e una condizione atletica non ottimale", ha commentato alla vigilia il difensore centrale.
Tra le possibili insidie c'è l'esordio al campo in sintetico di Talsano, rifatto in tempi molto recenti, quindi con l'erba alta che può rallentare i passaggi e rendere pesante la corsa, ma secondo Nardone "non è una novità, anche a Paolo VI era così qualche anno fa, poi non saremo gli unici ad avere problemi".
Per una squadra che ha avuto difficoltà fisiche e che si presenterà praticamente con gli uomini contati sarà fondamentale la gestione della gara: "Certamente da un lato dovremo raddoppiare gli sforzi, ma in determinate fasi della partita. Per il resto dovremo cercare di non farci male e saper dosare le forze, senza sprecare energie che specie negli ultimi minuti ci saranno utili".

Il tarantino classe '77 sta vivendo sensazioni particolari in queste settimane, perché il suo è un ritorno in prestito nella squadra con cui ha giocato fino a due stagioni fa: "Qui ho vissuto i momenti più belli, come la cavalcata promozione in A, e mi ha emozionato vedere che ci sono molti ragazzi di prospettiva, ben aiutati da quelli più esperti". E il futuro? Sarà ancora in maglia Virtus? "Vedo di andare avanti giorno per giorno. Vengo da un infortunio al piede, precisamente due microfratture al quinto metatarso con interessamento del cuboide, che ancora un po' mi condiziona. Se starò bene spero proprio di fare un altro campionato di A".

Intanto l'obiettivo resta quello di terminare il girone tra le prime quattro per arrivare ai playoff e Nardone è fiducioso: "Avendo visto parzialmente le altre squadre posso dire che la British è una signora squadra, che ha avuto la meglio contro di noi per l'esperienza. Se noi ci alleneremo con più continuità e recupereremo gli infortunati tutto ciò sarà un punto di forza e potremo dire la nostra a lungo andare", ha concluso.


Scroll to Top