TARANTO FC

Il Taranto con vista sul futuro: Marsili e Tissone punti fermi

Dalla rassegna stampa di oggi

Max Marsili - foto Luca Barone

Smaltita la sbornia dei festeggiamenti per il ritorno tra i professionisti dopo quattro stagioni trascorse nell'inferno della serie D, in casa Taranto è già tempo di programmazione in vista della prossima stagione che vedrà gli jonici ai nastri di partenza della serie C. Un campionato che finalmente darà la possibilità ai rossoblù di essere protagonisti su palcoscenici più consoni al proprio blasone ed alla propria tradizione calcistica, riproponendo dopo 28 anni di assenza il derby contro il Bari, il più antico di Puglia, che mancava dalla serie B del 1992/93. Il sodalizio del presidente Massimo Giove, in attesa di ottemperare a tutti gli obblighi relativi alle pratiche di iscrizione, dovrà necessariamente muovere i primi importanti passi che riguardano la costruzione di un progetto tecnico che possa regalare una stagione di consolidamento, almeno per il primo anno.

Il direttore sportivo Francesco Montervino rimarrà in sella, così come l'allenatore Giuseppe Laterza. Ieri, dopo il rompete le righe avvenuto allo «Iacovone», che ha seguito l'ultimo allenamento stagionale, i due si sono dati appuntamento per fissare insieme alla dirigenza le linee guida delle prossime strategie di mercato.

In tanti, tra i protagonisti della promozione dovrebbero salutare, mentre alcuni, soprattutto tra gli elementi over più rappresentativi, potrebbero prolungare la propria esperienza in riva ai due mari. Su tutti il capitano Max Marsili, che in questa stagione è stato anche insignito del pallone d'oro della serie D, il centrocampista argentino Fernando Tissone (con trascorsi in serie A e nelle competizioni continentali), l'attaccante esterno Luigi Falcone e il mancino Leandro Versienti. Il diesse tarantino vorrebbe trattenere anche il difensore Antonio Guastamacchia, ma il centrale è tentato da varie offerte importanti (anche di club di B), ed alla fine potrebbe anche lasciare lo Jonio. Tra gli under le attenzioni sono puntate su Aboubakar Diaby. Il forte centrocampista ivoriano (21 anni) è reduce da un campionato strepitoso, che lo la consacrato e messo in vetrina, tanto da scatenare gli appetiti di squadre di B, ma anche di serie A (Salernitana). Riuscire a trattenerlo a Taranto sarebbe un bel colpo per la dirigenza jonica. Tramontata, infine, la pista che segnalava i rossoblù vicini all'ingaggio di Leo Perez. L'attaccante originario di Mesagne, infatti, dopo l'infelice parentesi di Arezzo, tornerà alla Virtus Francavilla.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno - Alfredo Ghionna


Scroll to Top