SAIL GP

Sail Gp è l'evento spartiacque: ora Taranto può pensare in grande

Dalla rassegna stampa di oggi

Sail Gp e la città di Taranto: un amore a prima vista. Gli organizzatori entusiasti, i protagonisti allo stesso modo. L'abbraccio della città ionica è stato intenso, clamoroso e persino inatteso. Il tutto esaurito a terra e quasi mille barche a godersi da vicino le due giornate dell'Italian Sail Grand Prix. Il Japan SailGP Team di Nathan Outteridge ha ottenuto una vittoria emozionante anche perché la “prima volta” in Italia della competizione riservata ai catamarani F50, è coincisa proprio con il successo del velista di casa Francesco Bruni, unico italiano attualmente impegnato in questo circuito e appartenente proprio all'equipe giapponese. Outteridge ha dichiarato: «È stato davvero bello vincere qui. Sapevamo che il risultato del Gp delle Bermuda non rispecchiava la nostra capacità. Abbiamo navigato davvero bene ed è stato semplicemente fantastico avere a bordo Francesco. Quindi consegnargli una vittoria in casa è stato bellissimo». Ma Bruni a causa del ridimensionamento dell'equipaggio dovuto allo scarso vento, per la final race, non era sul catamarano nipponico. La felicità, il tuffo nelle acque dello Jonio, dimostrano che la gioia non è stata smorzata da questo.

«Vincere nel paese natale – dice il timoniere italiano - di fronte a una folla esultante è stata una favola e la degna conclusione di un weekend incredibile. È stato un evento incredibile. Siamo super felici, non poteva andare meglio! È stato incredibile vedere così tante persone in acqua e lungo la riva che guardavano e facevano il tifo, soprattutto per noi, per me e per l'intero evento. È stato un grande successo». Parole di elogio per Taranto, per l'accoglienza e l'ospitalità, per l'organizzazione, per l'impegno promozionale, per il rispetto delle regole ed ovviamente per il calore tipico meridionale. E le parole del CEO di SailGP, il neozelandese Russell Coutts, uno dei “grandi” della storia della vela moderna, pesano più di tutte: «Taranto ha rappresentato un luogo spettacolare per ospitare il nostro secondo evento nella seconda stagione di SailGP. La città ha davvero abbracciato SailGP ed è stato fantastico vedere la folla essere presente ogni giorno, sin dalle fasi preparatorie e fino alla premiazione, per supportare le squadre, sia dentro e che fuori dall'acqua. Mi congratulo in particolare con Francesco Bruni e il Japan SailGP Team, per una fantastica vittoria».

SailGP potrà essere seguito, grazie all'importane copertura mediatica, anche nelle restanti sei tappe. Approderà nelle acque di Plymouth, nel Regno Unito, dal 17 al 18 luglio per vivere il terzo evento del calendario del campionato mondiale. I fan possono annotarsi gli altri eventi: ad Aarhus, Danimarca (20-21 agosto); Saint-Tropez, Francia (11-12 settembre); Cadice, Spagna (9-10 ottobre) per concludere il 2021. Le regate che chiuderanno la stagione 2021-2022 saranno disputate a Christchurch, in Nuova Zelanda (29-30 gennaio); e la “Grand Final” a San Francisco, negli Stati Uniti (2-27 marzo). In attesa, chissà, di rivedere gli F50 in riva allo Jonio, magari anche con una vela tricolore: Taranto c'è.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno - Ciro Sanarica


Scroll to Top