Fidelis Andria, Roselli: ''C'è delusione, non capisco questo accanimento''
SERIE D GIRONE H | Il presidente biancoazzurro si esprime sul ricorso presentato dal Taranto
Fidelis Andria Tutte le News
Calcio Tutte le News
Il presidente Roselli in diretta su Tele Sveva
Redazione MRB.it | 3 Maggio 2021 - 22:09
Tempo di lettura: 2 minuti e 9 secondi
"Questo clima è iniziato appena finita la partita" - ha dichiarato il presidente della Fidelis Andria Aldo Roselli nel corso della trasmissione "Pane, Amore e Fidelis" in onda su TeleSveva - "ritengo incomprensibile questo accanimento che si è manifestato con diverse azioni fatte dal Taranto. Di questo mi dispiace perchè rispetto il Taranto, la città, i suoi tifosi e il suo blasone. Però non posso dire altrettanto della sua attuale dirigenza. Non riesco a comprendere, prima di tutto, il contenuto di quel comunicato pubblicato nella giornata di ieri (domenica 2 maggio, ndr). Si è parlato di inospitalità senza precisare dove e in quale circostanza si sarebbe verificata. Hanno ricevuto 49 accrediti invece dei consueti 40, sono stati allocati in un settore tutto loro, hanno potuto gioire serenamente nell'occasione del loro gol e non riesco davvero a capire il motivo di tutte queste azioni, ultimo quello del ricorso. Da parte mia c'è tanta delusione, se vogliamo fare del male al calcio questo è il modo migliore per farlo. Abbiamo rovinato un bel pomeriggio di sport dove l'Andria ha fatto una bella partita, questo gap con la prima in classifica c'è stato ma a nostro favore. Le sentenze migliori le deve dare sempre il campo e non questi sotterfugi".

Entrando più nel dettaglio del ricorso presentato della società rossoblù, il presidente dichiara:
"E' risaputo che tutte le squadre hanno giocatori che in questa stagione hanno avuto più trasferimenti. Ero a conoscenza del ricorso fatto dall'Altamura, ho approfondito ulteriormente questa vicenda dei tesseramenti ma ci sono dei comunicati ufficiali che confermano questa regola anche per i dilettanti. Davvero non capisco. Ci sono degli esempi di cambi di casacca anche maggiori di 3, posso citare un esempio di un giocatore che ne ha avuti 5. Frisenda, un nostro tesserato, ne ha avuti 4. Per i dilettanti, se si rimane in questo ambito, non ci sono limiti. Non so davvero dove si voglia arrivare, se questo ricorso avesse fondatezza salterebbe tutto il sistema. E' incomprensibile, perchè non fermarsi a quello che è stato l'esito del campo? E' un accanimento che non mi spiego. Sono situazioni che possono inasprire ancora di più il rapporto tra due tifoserie che sappiamo essere già acceso. Noi dovremo fare in modo che i rapporti si addolciscano e quindi non capisco dove la dirigenza del Taranto voglia arrivare".
MRB.it Tag:
serie d
serie d girone h
fidelis andria
aldo roselli