Arriva la quinta sconfitta. La Prisma non passa a Reggio
PRISMA TARANTO VOLLEY | Gli jonici escono sconfitti al tie break
Prisma Taranto Volley Tutte le News
Volley Tutte le News
Fabrizio Giannico | 13 Gennaio 2021 - 20:50
Tempo di lettura: 6 minuti e 19 secondi
Torna in campo la Prisma Taranto, per il recupero della terza giornata di campionato, gli jonici sono di scena a Reggio Emilia. Taranto scende in campo con la formazione titolare composta da Fiore, Coscione, Alletti, Padura Diaz, Gironi, Di Martino e il libero Goi. La Prisma esce sconfitta dal PalaBigi al tie break dopo una partita sostanzialmente equilibrata che ha visto nuovamente una Prisma poco efficace nel contrattacco. Nuovi problemi fisici per capitan Coscione sostituito da Cottarelli nella parte finale del 1° set.

1° Set: Il primo punto del set e del match è della Prisma con il primo tempo di Padura Diaz; grazie all’errore in attacco dei padroni di casa Taranto aumenta subito il divario (1 – 4). Arriva la reazione di Reggio Emilia che si porta ad un solo punto dagli jonici (5 – 6). Taranto non si lascia intimorire, pallonetto di Fiore e Prisma nuovamente a +3 (5 – 8). Reggio Emilia riesce a trovare il pareggio grazie all’ace di Maiocchi che sbaglia il successivo servizio (8 – 9). Non efficacie il muro di Gironi, Reggio Emilia si porta in vantaggio (10 – 9). Gli emiliani si portano a +2 e coach Di Pinto chiama il primo time out del set e della partita (12 – 10); non arriva la reazione di Taranto, Reggio Emilia aumenta il divario e per coach Di Pinto nuovo time out (15 – 10). Altro ace per Reggio Emilia che aumenta ulteriormente il break su Taranto (22 – 16), coach Di Pinto sostituisce Coscione con Cottarelli. Taranto accenna una reazione recuperando due punti e sul 22 – 18 primo time out richiesto da Reggio Emilia. Ace di Fabrizio Gironi che consente alla Prisma di portarsi a -3, 23 – 20 il punteggio. La Prisma annulla il primo set point agli avversari e coach Mastrangelo chiama il secondo time out (24 – 23). Mossa corretta, i padroni di casa conquistano il set con il punteggio di 25 – 23.
  
2 Set: Il secondo set si apre con il muro di Di Martino che consente alla Prisma di portarsi avanti. Nuovo muro per la Prisma questa volta ad opera di Padura Diaz (1 – 3). Arriva l’ace per Di Martino che consente alla Prisma di allungare sugli avversari (1 – 4). Ricomincia a giocare bene Reggio Emilia che grazie all’ace di Binelli trova il pareggio (7 – 7). Buono il primo tempo di Fiore che consente alla Prisma di riportarsi a +2 da Reggio Emilia (10 – 11). Riprende il largo la Prisma e sull’ 11 – 14 costringe coach Mastrangelo al time out. Corretta la mossa del coach emiliano, i padroni di casa riprendono a giocare e trovano il pareggio grazie a un muro a tre (14 – 14). Grazie allo splendido muro di Fiore la Prisma si riporta avanti di due punti (14 – 16), sostanziale equilibrio in questa seconda frazione di gioco. Doppio ace per Alletti, la Prisma allunga ulteriormente (15 – 20), coach Mastrangelo chiama il secondo time out. Nuova reazione per Reggio Emilia che con l’ace di Maiocchi si porta a due punti dagli jonici e coach Di Pinto sul 18 – 20 prova ad interrompere il buon momento degli avversari chiamando il time out. Funziona bene il muro di Reggio, i padroni di casa trovano il pareggio (20 – 20). Nuovo punto per Reggio e nuovo time out richiesto da coach Di Pinto, gli emiliani conducono 21 – 20. Finale di set caratterizzato da due lunghi video check richiesti dall’arbitro, in ogni caso molto combattuta la parte conclusiva del set. Reggio Emilia riesce ad annullare sette set point a Taranto e si porta in vantaggio ma gli jonici non demordono e portano a casa il set con il punteggio di 33 – 35.

3° set: Primo punto per Taranto ma reagisce subito Reggio Emilia che si porta in vantaggio (2 – 1). Nonostante il sostanziale equilibrio che caratterizza l’inizio del set, Reggio Emilia conduce con due punti di vantaggio (6 – 4). Buon momento di Alessio Fiore, muro efficace ed ace, la Prisma trova il pareggio (7 – 7). Ritorna in vantaggio Reggio Emilia, Diaz vede il suo primo tempo impattare sul muro emiliano e sul 13 – 11 coach Di Pinto chiama il time out. Mossa corretta, Taranto pareggia grazie all’ace di Alletti (13 – 13). Reggio Emilia si porta nuovamente in vantaggio, il muro di Taranto poco efficace in questo caso (17 – 15). Ulteriore allungo di Reggio Emilia, Maiocchi non sbaglia dai nove metri, ace per lui (19 – 16). Tanti errori per Taranto in questa fase del set, dopo l’ennesimo attacco finito sul muro emiliano coach Di Pinto chiede il secondo time out (20 – 16). Poco efficaci tutti gli attacchi di Taranto, Reggio concede davvero poco agli jonici che conquistano il set con il punteggio di 25 – 19.

4° Set: Subito avanti di quattro punti Taranto che sembra giocare molto meglio rispetto agli avversari. Ace per Cottarelli, la Prisma continua a condurre il set, 5 – 9 il punteggio. Taranto si porta a +5 e coach Mastrangelo ricorre al primo time out (5 – 10). Ottimo primo tempo di Gironi, la Prisma aumenta il divario e si porta sul 7 – 15. Sbaglia tanto Reggio Emilia e aumenta il vantaggio Taranto (11 – 18). Accenna una reazione Reggio che riduce lo svantaggio, coach Di Pinto decide di chiamare il time out sul punteggio di 16 – 21. Mossa corretta, Taranto riprende in mano il gioco e non concede più nulla conquistando il set con il punteggio di 18 – 25.

5° Set: Primo punto del set per Reggio Emilia, errore in battuta di Di Martino. Gironi nel suo primo tempo trova il muro emiliano, coach Di Pinto sul 4 – 1 chiama il time out. Funziona bene il muro di Fiore seguito dal primo tempo di Padura Diaz, Taranto trova il pareggio (4 – 4). Qualcosa continua a non funzionare nella Prisma che permette agli avversari di riportarsi in vantaggio; coach Di Pinto capisce il momento di difficoltà dei propri atleti e sul 7 – 5 si avvale del secondo time out. Le squadre vanno al cambio campo con il tabellone segnapunti che indica 8 – 6. Accenna una reazione Taranto che si porta a solo un punto dagli avversari, coach Mastrangelo ricorre al time out (9 – 8). Serve a poco, la Prisma trova il pareggio grazie al primo tempo di Padura Diaz (11 – 11). Il tutto dura poco, Reggio ritorna padrona del gioco e non concede più nulla a Taranto; il set si conclude con il punteggio di 15 – 13 con gli emiliani che vincono l’incontro. 

La Prisma avrà la possibilità di prendersi la rivincita domenica prossima al PalaMazzola, infatti, per la 14^ giornata di campionato il prossimo avversario degli jonici sarà nuovamente Reggio Emilia.
MRB.it Tag:
prisma taranto
volley
serie a2