Quarta sconfitta per la Prisma. Gli jonici tornano da Brescia con un solo punto
PRISMA TARANTO VOLLEY | Sconfitta al tie break per la Prisma nella trasferta bresciana
Prisma Taranto Volley Tutte le News
Volley Tutte le News
Foto Prisma Taranto Volley
Fabrizio Giannico | 3 Gennaio 2021 - 20:07
Tempo di lettura: 7 minuti e 10 secondi
Inizia con una sconfitta al tie break il 2021 della Prisma Taranto. Gli jonici, impegnati per la 1^ giornata di ritorno contro Brescia, escono sconfitti al tie break. Si rivede tra i titolari Manuel Coscione anche se quest’oggi non si è reso autore di una prestazione ottimale. Continua a sbagliare tanto in battuta Taranto, miglior realizzatore per gli jonici Padura Diaz con 26 punti. Dopo un primo set da dimenticare, dove la Prisma ha fatto registrare solo il 27% in attacco, i rossoblù vincono il 2° e 4° set ma non riescono a chiudere un tie break lunghissimo terminato 24 – 22.

1° Set: Il primo punto della gara è della Prisma, conquistato grazie ad un attacco sbagliato di Tiberti, si porta sul 2 a 0 Taranto ma si fa raggiungere da Brescia. Dopo essersi portata sul 2 – 4 la Prisma sbaglia prima un servizio con Padura Diaz e concede due ace consecutivi a Brescia con Bisi, la squadra di casa conduce per 5 – 4. Continua con gli errori in battuta Taranto, questa volta tocca a Fiore, la Prisma costretta ad inseguire i padroni di casa che si portano sul 10 – 8. Prisma incapace di reagire in questa prima parte del set, sul 17 – 12 coach Di Pinto chiama il primo time out. Gioca molto meglio Brescia, la Prisma continua a sbagliare in battuta, di nuovo con Fiore, Padura Diaz si fa murare un altro attacco. I padroni di casa continuano a condurre con cinque punti di vantaggio e sul punteggio di 20 -15 coach Di Pinto usufruisce del secondo time out. Non serve a nulla, la Prisma non reagisce e Brescia chiude il set con il punteggio di 25 – 18.

2° Set: E’ di Taranto il primo punto grazie ad un muro di Padura Diaz che però sbaglia il successivo servizio e permette a Brescia di pareggiare. Sembra funzionare bene il muro di Taranto in questa seconda frazione di gioco, grazie al terzo muro efficace la Prisma si porta sul 3 – 5. Taranto continua a commettere qualche errore evitabile, ne approfitta Brescia che raggiunge gli jonici e fissa il parziale sul 7 – 7. Coach Di Pinto a questo punto sostituisce Gironi con Cominetti. Brescia inizia a commettere qualche errore di troppo soprattutto in attacco che permette a Taranto di portarsi a +4 e quando il tabellone segnapunti indica il 10 – 14 coach Zambonardi richiede il time out. Molto più efficaci gli attacchi di Taranto in questo 2° set, gli jonici acquisiscono un discreto vantaggio sui padroni di casa e sul 11 – 18 costringono coach Zambonardi ad usufruire del secondo time out. Sembra non sortire gli effetti sperati la mossa del coach lombardo ma la Prisma dopo essersi portata + 9 si fa recuperare quattro punti e per non rischiare coach Di Pinto richiama all’ordine i suoi con il primo time out del set. Vive di rendita la Prisma in questa parte finale del set, gli jonici pareggiano il conto con i bresciani chiudendo la seconda frazione di gioco con il punteggio di 17 – 25.

3° Set: Inizia con un ace di Padura Diaz il terzo set, segue l’ace di Cominetti, la Prisma si porta avanti con il punteggio di 1 – 3. Molto equilibrato questo inizio di set, dopo un tentativo di fuga da parte di Taranto, Brescia riprende in mano la situazione e pareggia il conto dei punti fissando il punteggio sul 6 – 6. Gioca meglio Brescia che si porta a +2 e quando si è giunti sul 8 – 6 coach Di Pinto chiama il primo time out del set. Molto meglio Brescia in questo set, Taranto costretta nuovamente a rincorrere mentre i padroni di casa si portano a +4 con il punteggio di 13 – 9. Brutta Prisma che ritorna con l’atteggiamento avuto nel primo set, sul 17 – 11 coach Di Pinto si rifugia nel secondo time out. Prova a reagire Taranto, con un ace di Padura Diaz, gli jonici si portano a -4 da Brescia e sul punteggio di 20 – 16 coach Zambonardi prova ad interrompere la rimonta di Taranto chiama il time out. Immenso Padura Diaz, si rende autore di tre ace consecutivi e Taranto si porta a -2, nuovo time out per Brescia. Si risveglia Taranto, raggiunge il pareggio fissando il punteggio sul 21 – 21. Finale di set al cardiopalmo, entrambe le squadre giocano bene, la spunta Brescia che chiude il set con il punteggio di 25 – 22.

4° Set: Parte male Taranto che permette ai padroni di casa di condurre 2 – 1 il set ma reagisce subito la squadra rossoblù che ribalta il risultato fissando il parziale sul 2 – 4. Buona reazione della Prisma in questa prima parte della quarta frazione di gioco, funziona bene il muro jonico, la Prisma conduce il set con il punteggio di 3 – 6. Continua a giocare bene il sestetto jonico, con un attacco vincente di Padura Diaz il risultato vede Taranto condurre il set per 7 – 11. Nuovo ace per Padura Diaz che porta Taranto a +6 e con il punteggio di 10 – 16 coach Zambonardi chiama il time out. Arriva l’ace anche per Alessio Fiore, Taranto adesso a +7 e tabellone segnapunti che indica 15 – 22. E’ con l’invasione di Bisi che si chiude il 4° set, Taranto la spunta con il punteggio di 17 – 25.

5° Set: Errore in battuta per Brescia, è di Taranto il primo punto del tie break, risponde Galliani che ristabilisce la parità. Brescia si porta a +2 su Taranto grazie ad un ace di Candeli punteggio che vede i padroni di casa condurre per 5 – 3. Al cambio campo Brescia conduce sempre per due punti (8 – 6). Ci pensa il solito Padura Diaz a ristabilire la parità grazie al suo attacco vincente. Si riporta avanti Brescia e coach Di Pinto tenta di interrompere l’entusiasmo dei padroni di casa chiamando il time out (9 – 8). Riesce a riportarsi avanti Taranto e sul 9 – 10 questa volta è il turno di coach Zambonardi nel chiamare il time out. Ritorna a funzionare il muro di Taranto, gli jonici si portano sul 9 – 12 e coach Zambonardi non può far altro che chiamare un nuovo time out. Arriva la reazione bresciana, coach Di Pinto si accorge del momento di difficoltà dei suoi atleti e con il time out tenta di ristabilire la lucidità (11 – 12). Brescia riapre il set, grazie al muro di Candeli, trova il pareggio prima e con l’attacco sbagliato di Diaz dopo, passa in vantaggio (13 – 12). Brescia sbaglia la battuta e si annulla da sola il primo match point, si andrà ai vantaggi. Passa in vantaggio Taranto ma Brescia ritrova il pareggio (15 – 15). I lombardi, complice l’invasione di Gironi, si riportano in vantaggio ma Bisi sbaglia in battuta e Brescia vede il secondo match point annullato. Non va a buon fine la battuta di Cisolla ma non fa meglio Padura Diaz per la Prisma, quarto match point per Brescia. Ci pensa l’attacco di Alletti ad annullare il quarto ed il quinto match point a Brescia (19 – 19). Altro errore in battuta per Brescia, questa volta ci pensa Galliani ad autoannullarsi il sesto match point. E’ grazie all’ace di Alessio Fiore che la Prisma si porta avanti ma non va a buon fine la successiva battuta dello schiacciatore tarantino (22 – 22). E’ grazie ad un cartellino rosso ai danni di Taranto che Brescia porta a casa set ed incontro con il punteggio di 24 – 22.

Adesso per la Prisma testa al prossimo incontro, gli jonici giocheranno al PalaMazzola contro Mondovì, il recupero della 4^ giornata di campionato.
MRB.it Tag:
prisma taranto
volley
serie a2