Primo stop stagionale per il Casarano: il Taranto torna al successo
SERIE D GIRONE H | Ripercorriamo quanto accaduto nel corso dei recuperi di domenica 22
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Foto di Luca Barone
Simone Cataldo | 24 Novembre 2020 - 20:00
Tempo di lettura: 2 minuti e 50 secondi
Tre i recuperi del girone H di Serie D disputati nel corso del weekend ormai alle nostre spalle. Dopo il parziale ritorno in campo delle pugliesi di due settimane fa con la prima vittoria del Cerignola tra le mura amiche contro il Portici (2-0), nel turno conclusosi due giorni fa si sono potuti vedere alcuni sprazzi di normalità. Dopo un mese e cinque giorni, infatti, sono tornate a giocare Casarano, Nardò, Taranto, Brindisi e Lavello. Due derby e una sfida che ha posto di fronte due outsider del girone. 

Il Taranto di Laterza torna a vincere dopo quasi due mesi, causa la sconfitta nel termine ultimo da loro disputato in casa contro il Sorrento (1-2). Proprio sul terreno di casa dello "Iacovone" essi ritrovano tre punti importantissimi contro il Brindisi. Derby che, sul campo, ha posto in sfida due compagini spente e poco compatte a livello di gioco causa covid-19. Ma, a trarre il meglio anche da un campo tutt'altro che in condizioni ottimali, sono stati gli uomini di Laterza, i quali nonostante una gara priva di grandi emozioni e trame di gioco hanno agganciato il quinto posto e il Casarano. Centrano dunque anche la doppia cifra, la stessa che il Brindisi non è riuscito ad ampliare. Gara, che anche dal lato messapico, ha presentato poche emozioni dando spazio alla confusione. Nonostante ciò essi rimangono al terzo posto a quota 11 punti in attesa dei recuperi della prossima domenica. 

Il Casarano dopo due mesi di campionato trova la prima sconfitta nel derby contro i cugini del Nardò. Gara dominata dai granata, i quali meritatamente hanno sovrastato la forza dei singoli e portato a casa una vittoria utile per l'umore e per dar continuità alla vittoria di un mese fa ottenuta contro la Puteolana. Per loro tale successo gli vale la momentanea uscita dalla zona rossa. Le serpi rossazzurre, causa forse una condizione fisica non al meglio e un'attenzione al di sotto dei loro parametri, si rivelano una squadra totalmente differente da quella vista contro il Gravina tempo fa. Questa sconfitta non permette loro di accorciare sulla capolista e diretta concorrente Sorrento, facendo sì che rimangano in quarta posizione, in attesa che la gara di domenica contro il Taranto possa dare spunti maggiori nelle zone alte della graduatoria. 

Chiude la domenica il pareggio a reti bianche tra Lavello e Cerignola, le quali in territorio lucano decidono di non farsi male. Padroni di casa "conservatori", ospiti garibaldini. Questo il sunto migliore di un match che ha visto gli ofantini dar seguito, anche a livello di gioco espresso all'interno del rettangolo verde, alla loro voglia di tornare a far bene oltre che primeggiare come accadeva fino a qualche mese fa. Il Lavello di Zeman invece, al netto della loro forma fisica inferiore rispetto a quella avversaria, ricordiamo che il Cerignola era reduce dai 90' minuti con il Portici, decide di tenersi stretto il punto. I lucani rimangono perciò al settimo posto e avanzano di una lunghezza nello score andando a quota 9, al contrario il Cerignola scaccia, almeno per il momento, i fantasmi della zona emergenziale. 
MRB.it Tag:
serie d
serie d girone h
lavello
taranto
casarano
nardò
cerignola
brindisi