La Prisma cade in casa contro Ortona
PRISMA TARANTO-ORTONA 2-3 | Gli abruzzesi espugnano Taranto vincendo al tie break
Prisma Taranto Volley Tutte le News
Volley Tutte le News
Fabrizio Giannico | 22 Novembre 2020 - 18:30
Tempo di lettura: 7 minuti e 50 secondi
La Prisma Taranto ritorna in campo a distanza di quasi un mese dall’ultima gara ufficiale. Era il 25 ottobre quando gli uomini di mister Di Pinto disputarono l’ultima gara di campionato uscendo vittoriosi dal PalaFrancescucci contro Cantù.
Per la sesta giornata del campionato di serie A2 maschile arriva a Taranto la capolista Ortona, squadra che ha disputato più incontri tra tutte le compagini della serie cadetta e soprattutto nell’ultimo turno di campionato ha sconfitto la corazzata Cuneo. Tutti disponibili tranne lo schiacciatore Alessio Fiore e il centrale Alletti per mister Di Pinto, discorso diverso per gli ospiti che si presentano a Taranto con una situazione di emergenza. Solo otto atleti a disposizione per coach Lanci; tra i grandi assenti l’opposto che solo due turni fa batteva il record di punti personali in una partita di serie A2, Diego Cantagalli. Pesano poco le assenze per gli ospiti che tranne nel primo set, quando subiscono gli attacchi di Taranto, si dimostrano da subito più organizzati rispetto ai padroni di casa. Ortona ha dalla sua anche il maggiore ritmo partita sin qui acquisito rispetto a Coscione e compagni, fattore che influirà molto sull'andamento della gara. 

1° SET: E’ di Ortona il primo punto della gara complice la errata valutazione di Parodi in difesa che permette agli ospiti di portarsi momentaneamente avanti. Risponde subito la Prisma che ristabilisce la parità con Di Martino. La Prisma non si lascia intimorire e punto su punto allunga sugli avversari e si porta sul 5-2. Timida reazione di Ortona che comunque continua a subire gli attacchi di Taranto fino a raggiungere il punteggio di 10-5. Primo errore in battuta per Taranto con Fabrizio Gironi sul punteggio di 11-6. Continua ad attaccare la Prisma che, complice di una serie di errori in ricezione di Ortona, si porta sul 15-10. Mister Landi è costretto, sul 18-11, a chiamare il primo time out per ristabilire l’ordine tra i propri atleti. E’ di Taranto il primo ace del set, autore dello splendido gesto tecnico Simone Parodi che porta la Prisma sul 21-12 costringendo mister Landi a chiamare il secondo time out che a poco servirà perché la Prisma porterà a casa il set chiudendolo sul 25-17. Protagonista assoluto del set lo schiacciatore Di Martino con 6 punti personali, 3 a muro e 3 in attacco.

2° SET: Ortona conquista il primo punto della seconda frazione di gioco ma non si fa attendere la reazione di Taranto che ristabilisce subito la parità con l’indomabile Di Martino che subito dopo è autore di un ace che consente alla Prisma di portarsi in vantaggio. Timida reazione degli ospiti che riescono ad accorciare il divario fino a portarsi sul 5-4 ma la Prisma non demorde e aumenta il passivo fino a conquistare il primo parziale del set sull’ 8-5. Più combattuto rispetto al primo il secondo set, Taranto conduce  ma Ortona è sempre con il fiato sul collo mantenendo il divario con jonici sempre al massimo di tre punti. Reagiscono gli ospiti che riescono a ristabilire la parità portando il parziale del secondo set sul 16-16 e costringendo coach Di Pinto al time out per richiamare alla lucidità il proprio sestetto in campo. Mossa che inizialmente si rivelerà corretta quella di mister Di Pinto; la Prisma si porta nuovamente in vantaggio fino al 21-17 ma Ortona non ci sta e ristabilisce la parità. Si gioca punto su punto fino al 22-23 per gli ospiti che costringono coach Di Pinto al secondo time out. Ortona si porta sul 22-24 ma la Prisma annulla subito il primo set ball con un attacco vincente di Di Martino. Mister Di Pinto alza il muro e sostituisce il capitano Coscione con Cottarelli. La Prisma ci mette il cuore e Padura Diaz riporta le squadre in parità, rientra in campo Coscione e si gioca nuovamente punto a punto fino a quando Ortona allunga e porta a casa il set chiudendo sul 27-25.

3° SET: Parte bene la Prisma che si porta subito avanti di due punti sugli ospiti, con il solito Di Martino autore di un’ottima prestazione fin qui. Ortona, nonostante i grandi assenti, con il cuore riporta il risultato in parità sul 3 – 3. Si gioca punto su punto con la Prisma che si riporta in vantaggio ma il tutto viene vanificato da un errore in battuta di Padura Diaz. Molto agguerrita la terza frazione di gioco, il primo parziale del set si conclude in parità con le squadre ferme sul punteggio di 8 – 8. La ricezione di Taranto è in difficoltà, ne approfitta Ortona che si porta in vantaggio sul 10 – 12 e mister Di Pinto richiama all’ordine i suoi con il primo time out del set. La Prisma riesce a trovare il cambio palla con Parodi che accorcia la distanza sul punteggio di 11 – 13. Gli jonici con orgoglio ristabiliscono la parità e punto su punto le squadre raggiungono il risultato di 19 – 19. Molto intenso il set fino a questo momento, la Prisma con tanta fatica è costretta a rincorrere gli ospiti e si porta in vantaggio sul 20 – 19; mister Lanci che è costretto a chiamare il time out. Solita difficoltà in ricezione per la Prisma, ne approfittano gli ospiti che raggiungono il momentaneo pareggio sul 23 – 23. E’ della Prisma il primo set ball, a questo punto mister Landi ricorre al secondo time out per cercare di spezzare la continuità che la Prisma ha appena ritrovato. Ortona annulla il primo ed il secondo set ball a Taranto che si riporta in vantaggio con Di Martino ma si annulla da sola con Gironi che sbaglia la battuta. Con tanto cuore e orgoglio la Prisma si riporta in vantaggio e con un attacco vincente di Parodi fa suo il set.

4° SET: E’ degli ospiti il primo punto del set che già dall’inizio della quarta frazione di gioco dimostrano di non avere subìto il contraccolpo dovuto alla sconfitta nel terzo set e si mostrano più volenterosi degli jonici allungando il divario portandosi sul 1 – 5 e obbligando coach Di Pinto ad intervenire subito chiamando il primo time out. Cambia il palleggiatore per la Prisma, esce Coscione ed entra Cottarelli ma il tutto serve a poco, Ortona allunga e si porta sul 1 – 7. Poca grinta per la Prisma fino a questo momento che sembra essere incapace di reagire agli attacchi degli avversari complice anche i molti errori in attacco. Ortona è sempre più padrona del match, conduce con facilità la quarta frazione di gioco e fissa il risultato parziale sul 5 – 12. Accenna una timida reazione la Prisma ma i punti da recuperare sono molti, Ortona approfitta della sempre più frequente disattenzione degli jonici in ricezione e si avvia alla conclusione del set con il punteggio parziale di 16 – 21. La Prisma annulla il primo set ball di Ortona ma con poca fatica gli ospiti chiudono il set con il punteggio di 19 – 25.

5° SET: Inizio del tie break contraddistinto da un sostanziale equilibrio tra le due squadre in campo, punto su punto le squadre raggiungono il punteggio di 4 – 4. Ortona dimostra di essere molto più in forma degli jonici, fa suo il cambio campo con il punteggio di 5 – 8 e costringendo coach Di Pinto al time out. Serve a poco tutto ciò, Ortona continua a condurre il set indisturbata e mister Di Pinto tenta l’ultimo disperato tentativo di riportare lucidità tra il sestetto rossoblù con un nuovo time out. Sembra acquisire più sicurezza la Prisma e da un iniziale parziale fermo sul 5 – 10 riesce a recuperare portandosi sull’ 8 – 10. Coach Lanci capisce il momento di difficoltà dei suoi ragazzi in campo e ricorre al time out. La Prisma adesso sembra giocare con il cuore e ristabilisce la parità, Ortona sembra essere in leggera difficoltà, punto a punto si arriva al 13 – 13. Chiama il time out il coach di Ortona che annulla il primo match ball agli uomini di coach Di Pinto. La Prisma però cala nuovamente, Ortona si porta in avanti con il punteggio di 15 – 16 e coach Di Pinto chiama l’ultimo time out del set e dell’incontro. Serve a poco tutto ciò, Ortona ha più grinta e si porta a casa set ed incontro con il punteggio di 15 – 17.

Domenica prossima la Prisma dovrebbe affrontare Siena in trasferta ma la gara è seriamente a rischio rinvio a causa delle molteplici positività riscontrate nel gruppo squadra toscano.
MRB.it Tag:
prisma taranto
volley
a2 maschile
sieco service ortona