Taranto: piacciono Caldore e Diaby, delude Serafino
TARANTO-BRINDISI 1-0 | Gara insufficiente per gli avversari, arbitraggio giusto
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
foto Luca Barone
Roberto Orlando | 22 Novembre 2020 - 17:00
Tempo di lettura: 2 minuti e 5 secondi
Sposito: qualche timidezza di troppo, manca di personalità e di dialogo con i suoi compagni di difesa. 5
Boccia: spinge sulla fascia fin quando ce n’è necessità. 6
Caldore: Presenza, esperienza, carattere. Dal suo cross nasce il vantaggio rossoblù. 6,5
Rizzo: massima attenzione per il centrale rossoblù. In campo il suo lavoro è silenzioso ma si vede. 6,5
Guastamacchia: non proprio al massimo in alcune occasioni. Due palle regalate agli adriatici per mancanza di dialogo con Sposito. 6
Marsili: dirige come sempre al top, guidando i suoi con personalità. Prova anche ad andare in porta ma ha poca fortuna .6,5
Diaby: primo tempo anonimo ma poi è un crescendo. Lo fermano i crampi. 6 (dall’85’ Marino: sv)
Acquadro: nonostante il gol la prestazione del trequartista rossoblù risulta deficitaria. Il Brindisi si chiude e lui non trova spazi, tranne, appunto, quello della rete. 6 (dal 63’ Matute: entra bene in partita. Aiuta la fase difensiva e diventa l’uomo in più in fase propositiva, facendo la differenza. 6)
Serafino: anonimo. Poco incisivo in fase di costruzione, non va mai al tiro. Fuori dal gioco per tutta la partita. 4 (dall’88’ Mastromonaco: sv)
Falcone: l’esterno jonico produce davvero poco, dalla fascia sinistra passa davvero poco gioco. 5 (dal 66’ Calemme: sembra entrare bene in partita, poi sparisce dal campo. Probabilmente ha ancora tanto da lavorare 5,5)
Guaita: spinge, corre, dribbla, come lo conosciamo da sempre. Crea volumi di gioco importanti ma il cross del vantaggio rossoblù arriva dall’altra fascia. Positiva prova dell’argentino. 6,5 (dall’88’ Stracqualursi: sv)

Laterza: il tecnico rossoblù tiene alta la concentrazione del gruppo e, in un momento delicato della stagione, riesce a garantire tre punti e una buona prova. Nella ripresa chiede a Diaby e Matute di pressare e portare palla: questo mette in crisi il Brindisi. 6,5

Brindisi: la formazione di De Luca si gioca il copione della copertura e contropiede, sperando nella vena realizzativa di Lacarra e Palazzo. Il primo ci prova in un paio di occasioni, il secondo non risulta pervenuto alla gara. Gli adriatici hanno giocato per portare a casa un punto ma questa volta il colpo gobbo non è riuscito. 5

Arbitro, sig. Rispoli di Locri: il fischietto calabrese riesce a non farsi “mangiare” dai calciatori in campo. Giuste le ammonizioni e le decisioni. Non facile anche per lui. 6
MRB.it Tag:
taranto fc
brindisi fc
serie d
girone h
lnd
dilettanti