Orgoglio e cuore, la Prisma vince a Cantù
PRISMA TARANTO VOLLEY | Battuta la Pool Libertas Cantù per 3 a 1
Prisma Taranto Volley Tutte le News
Volley Tutte le News
Foto Prisma Taranto Volley
Fabrizio Giannico | 24 Ottobre 2020 - 22:01
Tempo di lettura: 3 minuti e 9 secondi
Butta il cuore oltre l’ostacolo la Prisma, nonostante la prestazione non esaltante, Coscione e compagni portano a casa l’incontro e i tre punti chiudendo il match in quattro set. Non brillante la prestazione di Parodi, lo schiacciatore sbaglia tanto, soprattutto nel primo set e soprattutto durante il servizio. Risolutore Padura Diaz, l'italo-cubano anche questa volta miglior realizzatore degli jonici, più che buona la prestazione di Gironi e Hoffer.

Cantù fa subito capire alla Prisma che i pronostici iniziali lasciano il tempo che trovano. Sono della squadra di casa i primi due punti del set e delle partita. Reagisce la Prisma Taranto con un muro di Parodi che regala il primo punto a Taranto. Piuttosto equilibrato il set fin quando Cantù non trova il primo allungo sulla Prisma portandosi sul 18-14. Ci credono i padroni di casa che grazie alla buona ricezione mostrata conquistano il primo set chiudendo sul 25 – 22. Poco lucida la Prisma nel primo set.

Nel secondo set parte bene Taranto che conquista il primo punto della seconda parte di gioco con Parodi ma strada facendo perde la calma e la concentrazione in favore di Cantù che conduce quasi sempre il set costringendo coach Di Pinto a chiamare il primo time out sul 10 – 7 per riorganizzare il gioco. La Prisma continua a sbagliare tanto soprattutto in servizio ma Cantù non dilaga fino a raggiungere il 24 – 23 con Taranto che annulla il primo set point di Cantù. Si giocherà punto a punto fino al 28 – 29, la Prisma finalmente conduce il set e con una grande reazione destabilizza gli avversari e riesce a chiudere con il punteggio di 29 – 31.

Nel terzo set gli jonici sembrano voler cancellare la prestazione non esaltante della prima parte dell’incontro. Coscione e compagni iniziano bene il set e la Prisma gioca in maniera più organizzata portandosi sul 7 – 10. Mister Battocchio è costretto a chiamare il primo time out, mossa corretta quella del mister lombardo, Cantù reagisce e raggiunge il pareggio parziale portandosi sul 13 – 13. La Prisma non demorde, continua a condurre il set fino ad arrivare sul 19 – 22 e a quel punto il tecnico di Cantù chiama il secondo time out. La Prisma cala leggermente di intensità e per richiamare l’attenzione coach di Pinto richiama i suoi con un time out. Sarà giusta l’intuizione del “Mago di Turi”, la compagine jonica chiude il set 23 – 25.

Comincia bene il quarto set Cantù che mette fin dall’inizio in difficoltà la Prisma conducendo la parte iniziale della quarta frazione di gioco. La Prisma però reagisce, gioca con il cuore e sorpassa temporaneamente Cantù portandosi sull’ 8 – 9 ma il pallone è tanto tondo quanto imprevedibile, gioca bene Cantù, sfruttando anche qualche errore degli jonici. Sul 13 – 10 coach Di Pinto richiede il time out per richiamare i propri atleti alla lucidità. Corretta la decisione del tecnico della Prisma, gli jonici riprendono in mano la situazione. Serve a poco il time out chiamato dai lombardi sul 19 - 19, la Prisma decide di portare a casa il match. Il quarto set finisce 23 – 25.

Non è stata perfetta la prestazione degli jonici, molti errori soprattutto nel servizio ma la squadra ha dimostrato di avere carattere e riuscire a reagire durante le difficoltà. Adesso testa e Reggio Emilia, per la Prisma ci sarà un’altra trasferta da affrontare.
MRB.it Tag:
prisma taranto
volley
cantù
a2 maschile