Picerno - Taranto, la moviola
AZ PICERNO-TARANTO 0-0 | Pochi episodi dubbi ma manca un rigore per il Taranto
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
L'azione incriminata - Fotogramma da telecronaca Canale 85
Redazione MRB.it | 28 Settembre 2020 - 10:42
Tempo di lettura: 55 secondi
Parte con il nuovo campionato anche una nuova rubrica targata MRB.it per analizzare le partite del Taranto dal punto di vista arbitrale. La gara di Picerno è stata ben diretta dal signor Gigliotti di Cosenza, che ha saputo tirare fuori i giusti cartellini al momento giusto, evitando che la gara prendesse pieghe indesiderate. Ma analizziamo due decisioni del fischietto calabrese, di cui una farà probabilmente discutere.

L’espulsione di Guaita: non c’è dubbio, il rosso c’è, palesemente. Guaita si avvicina a D’Angelo e, anche se quest’ultimo accentua in modo evidente caduta e conseguenze, il gesto antisportivo e violento c’è stato da parte dell’incursore rossoblù. Gigliotti tira fuori il cartellino rosso senza esitazioni.

Un rigore per il Taranto: all’84’ interessante rilancio dalla difesa cche vede Mariano incunearsi in area, ma la spinta del difensore lucano sembra troppo esagerata; inoltre, il centrale lucano sembra disinteressarsi della palla, intervenendo, seppur spalla a spalla, direttamente sull’attaccante jonico. Se l’arbitro avesse fischiato il fallo da rigore non sarebbe stato un regalo.
MRB.it Tag:
moviola
mrb
mariano
picerno
taranto fc