HELLAS LATERZA

Il doppio salto dell'Hellas Laterza: 'Inseguiamo la perfezione'

Dalla rassegna stampa di oggi

«La perfezione non è raggiungibile, ma se la inseguiamo, possiamo arrivare all'eccellenza»: Davide Calabrese, mister dell'Hellas Laterza appena promossa nella Prima Categoria del calcio regionale, cita le parole di Vince Lombardi, coach di football americano, allenatore negli anni sessanta dei Green Bay Packers (con i quali vinse cinque campionati e due Super Bowl nel 1966 e nel 1967), per inquadrare il secondo «salto» consecutivo firmato Hellas. «Due anni da protagonisti, due campionati vinti», scrive su Facebook il giovane mister con passato da calciatore in serie D, nel Guidonia, ringraziando quanti hanno contribuito a riportare Laterza «nel calcio che conta, che merita».

Se la stagione scorsa «per molti era tutto scontato», quest'anno no, scandisce Calabrese in punta di spillo, numeri alla mano: 19 partite, 46 punti (2,42 a match), 64 gol fatti - con Dobrozi (20), Lovecchio (11) e Maiullari (9) cannonieri - e 18 subiti, 8 lunghezze di vantaggio sul Pezze, 11 su Santeramo e Spartan Boys Ginosa: «Nessuna squadra pugliese, aveva maturato un distacco così netto sulle inseguitrici». E poi: «Avremmo voluto terminarlo sul campo: lo avremmo festeggiato in casa davanti ai nostri tifosi», aggiunge il mister, con chiaro riferimento alla sospensione per coronavirus del campionato, e al verdetto arrivato in questi giorni, a ufficializzare l'avvenuta, meritatissima, promozione in Prima. Inseguendo la perfezione. Intanto, mentre si organizza il futuro, dalla società del presidente Paolo Loforese annunciato «già in fase di avanzata programmazione», il direttore generale dell'Hellas Giuseppe Cristella, già esterno sinistro di belle speranze nel Laterza «eccellente» di venticinque anni fa (stagione 1994-95), ex sindaco laertino, saluta i protagonisti dell'impresa. Così: «Grazie ragazzi, prima che calciatori, persone perbene».

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno


Scroll to Top