Potenza, Caiata: 'In due mesi impossibile giocare le venti partite rimanenti'
SERIE C GIRONE C | Il presidente lucano sulla ripresa del campionato di Serie C
Serie C Tutte le News
Calcio Tutte le News
Salvatore Caiata - foto Luca Barone
Redazione MRB.it | 21 Maggio 2020 - 16:37
Il presidente del Potenza Salvatore Caiata è intervenuto ai microfoni di gianlucadimarzio.com riguardo la possibile ripresa del campionato di Serie C dopo l'ultimo Consiglio Federale che si è svolto ieri pomeriggio. "Il Consiglio Federale si è espresso sfiduciando la Lega Pro, che esce con le ossa rotte da questa assemblea. Bisognerebbe chiedersi perché si è arrivato a uno scontro così duro. Il Consiglio Federale di oggi vede due grandi vincitori, Il presidente della LND Cosimo Sibilia e Gravina, il quale ha chiuso l'incontro invitando la Lega Pro a riflettere sulle proposte per il futuro. Giocare è l'unico modo per evitare i ricorsi dei club. Anche se in questo senso il Consiglio Federale è stato chiaro: si dovrà garantire un sistema di promozioni e retrocessioni. Poi sulle relative modalità, tanto dipenderà da quanto grande sarà la finestra di tempo utile e in base a questa il numero di partite da disputare. Noi prima del 2-3 giugno, data del prossimo Consiglio Federale, non potremo tornare ad allenarci. Poi almeno tre settimane saranno necessarie: nella più rosea delle ipotesi si torna in campo al 25 di giugno e dovremo finire il 20 agosto. Anche giocando ogni tre giorni, impossibile giocare le 20 partite rimanenti tra campionato e playoff".
Fonte: TuttoC.com
MRB.it Tag:
salvatore caiata
potenza
serie c girone c
serie c
lega pro
consiglio federale