David di Donatello 2020, la 'miglior canzone' è di Diodato
MUSICA | Un anno d'oro per il cantautore tarantino, che si aggiudica anche il David di Donatello per la 'miglior canzone'
Altre Notizie Tutte le News
Altre Notizie Tutte le News
Redazione MRB.it | 9 Maggio 2020 - 08:03
Tempo di lettura: 1 minuto e 16 secondi
Sono andati in scena questa sera, nella versione a distanza adattata all’emergenza Covid-19, i David di Donatello 2020. L’edizione 2020, la sessantacinquesima dalla sua fondazione, dei celebri premi del cinema italiano è stata condotta da Carlo Conti in diretta su Rai1, RaiPlay e RaiMovie. Per quanto riguarda le categorie musicali a portare a casa il prestigioso David di Donatello sono stati per la categoria “miglior canzone originale” Diodato con la sua “Che vita meravigliosa”, presente nel film “La dea fortuna” di Ferzan Özpetek, e per la categoria “miglior musicista” L'orchestra di Piazza Vittorio per “Il flauto magico di Piazza Vittorio”.

Il cantautore tarantino, autore dei testi e della musica del brano contenuto nel film con Stefano Accorsi, Edoardo Leo e Jasmine Trinca, ha avuto la meglio sui suoi quattro sfidanti: Antonio Aiello e Shoshi Md Ziaul con “Festa” (“Bangla”), Dario Brunori con “Un errore di distrazione” (“L'ospite”), il frontmand dei Radiohead Thom Yorke con “Suspirium” (“Suspiria”) e Ralph P con “Rione Sanità ("Il sindaco del rione Sanità)”. Quello di questa edizione 2020 è il primo David per Diodato, che era anche alla sua prima candidatura e che sempre quest’anno ha vinto il Festival di Sanremo con la sua “Fai rumore”.

L'orchestra di Piazza Vittorio ha invece avuto la meglio su Andrea Farri per “Il primo re”, Nicola Piovani per “Il traditore”, Dario Marinelli per “Pinocchio” e Thom Yorke per “Suspiria”.
Fonte: rockol.it
MRB.it Tag:
diodato
david donatello
taranto