La contestazione ai tempi del CoronaVirus
LE VOCI DI MRB.IT | Azione fuori luogo, inutile. Tornerà il tempo…
Roberto Orlando Tutte le News
Le Voci di MRB.it Tutte le News
Foto Occhinegro
Roberto Orlando | 21 Marzo 2020 - 17:50
Iniziamo con la solidarietà al presidente Massimo Giove, primo atto da fare insieme a quello di condannare l’ennesimo vile atto nei confronti della sua persona. Inutile ritornare sull’accaduto, in giro ci sono le foto che testimoniano il tenore del gesto; noi di mondorossoblù.it eravamo al corrente della notizia da almeno 36 ore ma abbiamo deciso di non continuare a dare spazio a tali gesti, che si perpetuano da diverse settimane. Abbiamo riportato la notizia per dovere di cronaca nel momento in cui è divenuta pubblica, con la consapevolezza del quadro complessivo nel quale incastonarla.

Negli anni ’50 lo psicologo Abraham Maslow teorizzò la piramide dei bisogni dell’uomo: alla base della piramide i bisogni fisiologici (bere, mangiare, respirare), seguiti da quelli di sicurezza (lavoro, famiglia, proprietà), appartenenza (amicizia, affetti), stima (realizzazione, rispetto), autorealizzazione (moralità, creatività): ecco, in questi giorni l’umanità intera sta lottando per la sopravvivenza, alla base della piramide e tutto il resto non esiste, perché se non si salva la pellaccia a nessuno interessa del pallone che rotola, del campionato buttato, o che Giove resti o vada via. Per questo motivo riteniamo fuori luogo e inutile questo ennesimo gesto. Non serve a niente, se non ad amplificare la stupidità di chi lo ha compiuto e l’assurdità di inscenare oggi una protesta simile.

Se si voleva legittimare una posizione si è avuto l’effetto contrario, ovvero non essere quasi più credibili nella contrapposizione tra società e tifosi. E non lo diciamo per prendere posizione e difendere qualcuno: è palese quanto il gradimento di questa società sia ai minimi storici, di quanto i risultati sportivi abbiano umiliato una tifoseria intera, di quanto ci sia davvero da rifondare tanti rapporti intorno alla maglia rossoblù: società, tifosi, stampa, tessuto imprenditoriale, istituzioni. Migliore sarà il risultato se autorevoli saranno gli interlocutori, anche se comprendiamo che il “se no se squascie no s’aggiuste” è stato il leit motiv di tante crisi di questi anni. Ma proprio questo partito, oggi, ha perso.

Come giornale siamo stati anche noi colpiti dalla rivoluzione nei nostri modi di vivere: anche noi ci siamo chiusi in casa, abbiamo cambiato abitudini, abbiamo timore che possa succedere qualcosa a noi o ai nostri cari. In tutto questo “delirio”, però, abbiamo continuato ad informare, a renderci utili, a mettere mondorossoblu.it a disposizione della comunità dei lettori che ci seguono: parlare di calcio, di campionato, di cambi societari o di programmi per il futuro, davvero, diventa relativo, di fronte a drammi come il COVID-19. Cerchiamo prima di uscire da questo incubo, poi tornerà il tempo per “scornarci”, da tifosi, da giornalisti, da amanti del Taranto, sulla nostra passione.
MRB.it Tag:
taranto fc
serie d
girone h
lnd
dilettanti
figc