Atletic Club Taranto, ancora una sconfitta. Domenica riposo
ATLETIC CLUB TARANTO | Rambaldi: 'Ci salveremo ma da adesso in poi non possiamo più sbagliare nulla'
Atletic Club Taranto Tutte le News
Calcio a 5 Tutte le News
Alessandro Rambaldi
Comunicato Stampa | 21 Febbraio 2020 - 22:57
Domenica scorsa ancora una sconfitta per le ioniche, contro il Molfetta. In vista del turno di riposo, del 23 febbraio, l’allenatore delle ragazze dell’Atletic Club Taranto non si arrende e sprona le sue a non abbandonare la prospettiva salvezza. Insomma nulla è perduto ma da adesso in poi non si può più sbagliare. “Domenica abbiamo affrontato una squadra di alto livello. D’altronde si stanno giocando la vittoria del campionato di A2 femminile. Noi abbiamo tenuto fino a quando abbiamo potuto - racconta a mente fredda Alessandro Rambaldi - infatti sul 5-3 ce la stavamo ancora giocando, mettendole anche un po' in difficoltà. Ad un certo punto però, complice la stanchezza e gli infortuni, che non ci hanno garantito un turn-over, sul loro accelerare il gioco, non abbiamo retto. Il ritmo ci ha penalizzato”. In trasferta è finita 7 -3 ma mister Rambaldi non si arrende. «Vedo una squadra in crescita a livello di gioco, soprattutto. Le ragazze si impegnano molto, sono compatte e l’aria nello spogliatoio è buona. Il turno di riposo ci farà bene e ci permetterà di tornare tutti carichi. Da domenica primo marzo ricomincia il nostro campionato: non si potrà sbagliare più e dovremo racimolare quanti più punti possibili, per riuscire a salvarci. Dato l’impegno e la costanza del team, sono convinto che proveremo fino alla fine a mantenere il nostro nome nell’A2 di futsal femminile. La classifica non è lunghissima, si può ancora recuperare. L’ho detto anche alle ragazze in allenamento: i prossimi scontri sono alla nostra portata, se vogliamo ci riusciamo”. Poi l’appello ai tifosi tarantini, perché domenica 1 marzo facciano sentire la loro presenza al centro sportivo Bellevue, per la partita in casa. “Vi chiedo di starci accanto - incita Rambaldi - ed accompagnarci in quelle che saranno battaglie sportive per mantenere la A2. Abbiamo bisogno del sostegno del pubblico, che può davvero diventare una giocatrice in più. Ci serve l’adrenalina degli spalti”.
MRB.it Tag:
atletic club taranto
calcio a 5
alessandro rambaldi