Quello che so sull'amore: quanto il calcio può unire
LE VOCI DI MRB.IT | Dalla rubrica dedicata ai film sul calcio, 'Cinema Footlball Club'
Cinema Football Club Tutte le News
Le Voci di MRB.it Tutte le News
foto da tvzap.kataweb.it
Angelica Grippa | 13 Febbraio 2020 - 14:00
Tempo di lettura: 2 minuti e 37 secondi

“È pazzesco lo sai? Qualche volta ti guardo e, non lo so, è come se niente, niente fosse cambiato. E stessimo ancora insieme. Guardo il tuo viso e mi rendo conto di essere fortunato ad averti amato e mi fa male da morire non poterti più prendere la mano e parlarti…”.

Quello che so sull’amore: film del 2012 diretto da Gabriele Muccino composto da un grandioso cast: Gerad Butler, Jessica Biel, Uma Thruman e Cathrine Zeta Jones. La pellicola si concentra sulle vicende private di un ex calciatore professionista, George Dryer costretto a ritirarsi dal mondo del calcio a causa di un grave infortunio. Ma non è solo la vita professionale ad andare a rotoli, anche quella privata: sua moglie stanca dei suoi comportamenti convive con un altro uomo. Ma il protagonista ha un sogno quello di ricongiungere la sua famiglia e diventare telecronista sportivo ci riuscirà?

George Dryer si trova in un momento critico della sua vita con tutto da ricostruire: la sua vita era il calcio ma per un grave infortunio si ritrova a rinunciare al rettangolo verde per sempre; ha vinto una serie di trofei e con la celebrità tante donne lo hanno sedotto senza contare che da una parte aveva una moglie che stanca dei tradimenti lo ha lasciato allontanandolo anche da suo figlio. Dopo il naufragio della sua vita sentimentale e professionale, ha la voglia di riscrivere la sua vita con un capitolo nuovo. Il primo passo è il trasferimento a pochi passi dal figlio Lewis, e in più accetta di allenare la squadra di calcio della scuola dove gioca proprio il figlio. Segue suo figlio match dopo match e piano si riavvicina a lui, tanto da riconquistare il suo cuore e quello di tutti i suoi amici che vedono in lui una sorta di idolo. Ma l’obiettivo di George, il più difficile e desiderato, è quello di riconquistare l’amore della sua ex moglie. Nel punto massimo di tensione si scioglie la trama. Il mister è attraente e non passa inosservato per le mamme dei bambini della squadra di Lewis, e viene continuamente corteggiato, sotto gli occhi della sua ex moglie. Ma questo non basta a distrarre il protagonista da ciò che realmente desidera e con uno sforzo quotidiano riuscirà a centrare i suoi obiettivi: prima entra nel cast di una trasmissione televisiva grazie ad una donna e poi allontanandosi da lei riuscirà a ricomporre il suo nucleo familiare. L’ultima scena li vede tutti e tre sdraiati in un giardino a promettersi amore.

Una commedia romantica che non disdegna anche spunti di riflessioni esistenziali, tutto il film è basato sull’ottima interpretazione di Butler. Il regista fa parlare l’anima dei personaggi, la parte più profonda e il calcio è presente in quasi tutte le scene. I valori del calcio il talento del protagonista saranno le armi che permetteranno a George di riprendersi la sua vita.

Alla vigilia di San Valentino riproponiamo la recensione di uno dei film più romantici con protago nista il tanto caro e amato gioco del calcio. Viva l'amore e viva il calcio!

 

MRB.it Tag:
quello che so sull'amore
film sul calcio
gabriele muccino
gerard butler
george dryer