La rassegna stampa del lunedì
SERIE D GIRONE H | Le dichiarazioni degli allenatori dai vari campi del girone H
Serie D Tutte le News
Calcio Tutte le News
Vincenzo Feola - foto di Luca Barone
Redazione MRB.it | 13 Gennaio 2020 - 09:05
Il mister del Brindisi, Salvatore Ciullo a fine gara, dopo il pareggio esterno con la Nocerina: 'E' un peccato perchè potevamo fare meglio, potevamo portare a casa i tre punti. Ma niente siamo con le mani legate, gli avversari hanno la possibilità di fare dei cambi e noi no. Io nel reparto difensivo posso fare anche 4 o 5 cambi, mentre non posso farne in quello offensivo. Ci vuole una squadra equilibrata, questo è il rammarico più grande. Ci sono calciatori che hanno dato tutto in campo, potevano essere sostituiti ma non me lo posso permettere oggi. All'inizio della gara il portiere ha fatto una grande parata, ma abbiamo avuto altre possibilità di fare gol in uno scontro diretto e dovevamo portare a casa un risultato positivo. Potevamo gestire meglio la gara, sono un pò arrabbiato per questo. L'importante è muovere la classifica, questo è il nostro obiettivo'.

Il tecnico della Nocerina, Esposito dopo il pareggio con il Brindisi: Abbiamo giocato con calciatori fuori ruolo, quando il pallone non gira vai in difficoltà ma bisogna lavorare molto'- in vista della prossima gara aggiunge-' Foggia non è proibitiva, abbiamo giocato bene con molte Big ma bisogna pensare al Foggia poi si vedrà.  Senza i tifosi è difficile, bisogna continuare cosi con questi risultati, se arrivasse una vittoria i punti aumenterebbero'.

Le dichiarazioni dell'allenatore del Foggia, Ninni Corda a fine gara dopo il pareggio con l'Agropoli in trasferta: 'Potevamo disputare una partita migliore, purtroppo campo pessimo ma non è una giustificazione. Abbiamo fatto male primo e secondo tempo, ci vuole più determinazione, più cattiveria e più rispetto di tutto da parte di tutti. Sappiamo che il girone di ritorno ha mille difficoltà, ho visto i risultati anche degli altri gironi, gennaio è un mese terribile, terribile è il campionato e non ci sono partite scontate. Abbiamo visto che la Serie D è un campionato anora più difficile, non dobbiamo assolutamente cercare giustificazioni abbiamo fatto una brutta partita contro una squadra che avevo già previsto ci avrebbe fatto soffrire. Ci siamo fatti condizionare dal campo e abbiamo sbagliato; sulle riconquiste delle seconde palle dovevamo giocare con più personalità invece la ributtavamo avanti e non è quello che avevamo preparato in settimana. Dovevamo giocarcela comunque anche con il brutto campo, ma la palla scottava oggi per tutti, è stata una brutta gara è chiaro che mia assumo le responsabilità della brutta prestazione e tutti, soprattutto i grandi devono dare di più. Di tutta la squadra non c'è nessuno da salvare per la prestazione di oggi. Non cambia nulla, c'è una giornata in meno, bisogna avere i nervi saldi e lavorare di più soprattutto in settimana e arrivare più pronti la domenica in campo e cercare di recuperare il prima possibili gli infortunati. Dobbiamo soffrire i questa settimana e dobbiamo lavorare tutti di più'.

Le parole di Vincenzo Feola, mister dell'Audace Cerignola dopo la vittoria per 6 a 3 con la Fidelis Andria: 'Abbiamo giocato bene, abbiamo divertito ma non possiamo concedere qualcosa agli avversari per superficialità. Sul 3 a 0 abbiamo riaperto una partita dove avevamo dominato, i ragazzi devono capire che in alcune situazioni devono essere più cattivi e meno leziosi e bisogna chiudere subito il match. Riaprire il match vuol dire soffrire, innervosirsi e rischiare di fare brutte figure. Io commento solo la partita a me non interessano i numeri, mi interessa che la squadra ha fatto una buona prestazione, ha strameritato questa vittoria dando spettacolo nel primo tempo, nella prima mezz'ora c'eravamo solo noi in campo. Io la classifica non la guardo, lo faremo ad aprile. I ragazzi in campo fanno vedere tutto quello che prepariamo in settimana e io con loro sono un martello. Sono contento dell'entusiasmo ritrovato della tifoseria, merito dei ragazzi e dobbiamo continuare su questa squadra, già da domani dobbiamo pensare alla prossima partita'.

L'allenatore in seconda della Fidelis Andria, Giovanni Langella dopo aver incassato il 6 a 3 dall'Audace Cerignola: 'La prima mezz'ora hanno dominato loro, poi c'è stato un calo da parte loro e noi siamo stati bravi a riaprire la partita. Peccato perchè nel momento del match che potevi fare 3 a 3 ti sei ritrovato 4 a 2 ed è ritonata la partita della prima mezz'ora. Da parte nostra ci sono stati troppi errori individuali e poi il risultato è diventato troppo largo. Il Cerignola per me è la squadra più forte, ha un attacco da Lega pro, il nostro campionato non passa da questa trasferta sapevamo la difficoltà di questa gara. Dobbiamo cercare di fare punti a prescindere dagli scontri diretti per risalire'.

 Il tecnico dei Bitonto, Roberto Taurino, dopo il pareggio con il Gladiator: "Penso che siamo stati oggettivamente molto ingenui. Era una partita che, specialmente sul 2-0, lasciava poco spazio alla squadra di casa, dove abbiamo sofferto poco quanto niente, dato che non ricordo una parata da parte del nostro portiere. Una squadra ambiziosa come la nostra, non può permettersi di subire due gol come quelli segnati dal Gladiator. In questa categoria ogni squadra ci mette l'anima, com'è giusto che sia, quindi bisogna fare molta attenzione. È davvero un grande peccato, spero ci valga da lezione, perché abbiamo regalato due punti".



MRB.it Tag:
audace cerignola
fidelis andria
serie d
serie d girone h
lega nazionale dilettanti
lnd
dilettanti
nocerina
agropoli
foggia