Il Taranto progetta un nuovo botto
TARANTO FC | La rassegna stampa di oggi
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Beppe Genchi-foto di Luca Barone
Redazione MRB.it | 11 Gennaio 2020 - 10:00
Dalla rassegna stampa di oggi sulla 'Quotidiano' l'articolo di Nicola Sammali sulla vigilia del derby Taranto-Casarano.

Dopo la vittoria conseguita al'Fanuzzi' i rossoblù sono chiamati ad alimentare la classifica in un altro derby.

Taranto- 
Ritorna davanti al suo pubblico il Taranto, per la seconda sfida dell'anno, dopo il nuovo inizio col botto domenica scorsa nel derby di Brindisi. Domani allo 'Iacovone' arriva il Casarano e sarà sfida vera sul green di casa per il Taranto, che cerca conferme e continuità di risultati. La difesa rossoblù, spesso il punto debole del Taranto quest'anno, da due giornate non subisce reti. Due clean sheet consecutivi che danno un pò il senso di una ritrovata sicurezza e di maggior equilibrio lì dietro. I rossoblù hanno infatti subito 16 gol in 18 partite disputate. Ora  il reparto è chiamato agli straordinari,  dal momento che la coperta è un pò corta rispetto alle scelte che può fare il tecnico Luigi Panarelli. La vittoria ottenuta in trasferta alla prima giornata del 2020 è arrivata dopo il successo di fine 2019, conquistato nell'ultimo match del girone di andata giocato dai rossoblù ad Andria, nel pieno di un momento tormentato della società e della squadra in qusto campionato. Sei punti che fanno bene al morale, che muovono la classifica dietro la capolista Bitonto (40); il Foggia al secondo posto insegue incollato a due lunghezze (38), il Sorrento è terzo (36) mentre il Taranto è staccato, a meno nove dalla veta (31) in compagnia di Cerignola e Fasano, ma fuori dalla griglia playoff. Dietro alle spalle della squadra allenata da Panarelli, c'è proprio il Casarano (29), battuto all'andata da un gol di Genchi. Lo stesso Genchi che sei giorni fa ha realizzato un gran gol a Brindisi, per il vanaggio del Taranto, controllando di esterno sinistro il pallone portato sul piede dal vento che soffiava fortissimo, e toccandolo a seguire di interno sopra la testa del portiere, sempre col sinistro che non lascia scampo. Un mix letale di tecnica e precisione. Più un pizzico di esperienza e sangue freddo. poi ci ha pensato D'Agostino a chiudere il conto a Brindisi, rimarginado la ferita del kappaò dell'andata. Il Taranto è ripartito da Genchi e D'Agostino, due calciatori decisivi che fanno la differenza: la corsa di Panarelli e di tutta la panchina dopo il gol che ha sbloccato la gara è un segnale positivo per il gruppo rossoblù, che può solo vincere. Il Casarano arriva a Taranto senza il supporto dei propri tifosi, ma porta con sè l'ex Ciro Favetta, che ha preso il posto di un altro ex, Emiliano Olcese, in questo incrocio pericoloso. Intanto il direttore sportivo Vincenzo De Santis continua il lavoro sul mercato per sistemare ogni tassello, Kosnic però è un caso, col futuro del calciatore sempre più in bilico: potrebbe essere durata meno di un mese la permanenza del difensore in rossoblù, aspettando comunicazioni ufficiali in merito dalla società del presidente Massimo Giove, sulla eventuale rottura definitiva  col club.  Il serbo ha firmato con il Taranto il 13 dicembre scorso, esordendo due giorni dopo contro il Ceignola (dal '79); ma il tesseramento di Kosnic, come sostiene il Cerignola, non era stato ancora completato, e quindi il calciatore non poteva essere in campo. La sconfitta a tavolino è un'ipotesi che rende più amaro il possibile epilogo della vicenda Kosnic, che nel suo complesso non ha portato benefici al Taranto e che il Taranto forse avrebbe potuto risparmiarsi.
MRB.it Tag:
taranto fc
serie d
serie d girone h
lega nazionale dilettanti
lnd
dilettanti
casarano calcio