Eccezzziunale...veramente, un film sul calcio che ha fatto storia
LE VOCI DI MRB.IT | Dalla rubrica dedicata ai film sul calcio, 'Cinema Footlball Club'
Cinema Football Club Tutte le News
Le Voci di MRB.it Tutte le News
foto da vivoperlei.calciomercato.com
Angelica Grippa | 26 Dicembre 2019 - 16:00
“Allora, oggi vi leggerò quacche brano tratto da "i' Vangelo secondo Me". Era la prima domenica de i' ggirone di ritorno dell'anno di grazia millenuvecient' sessantadue. Sullo stadio di San Sir' il cielo da sereno di colpo, per incanto, si scurò. Tutti i nuvolon' ner' hann' accuminciat' a scuntrarse, e buttavano saette, lambi, strill', un burdello tremendo dentro il celo, di colpo, dalle nubi squarciat' come da due potenti mani spunta il crapino di Dio ‐ un bell'uomo, sui quarant'anni ‐ che punta il suo indice tremendo su i' ccampo di San Siro e dice: "Gianni Rivera, ciapp' questo pallone, un Tango, e vai in giro per il mondo a insegnare il giuoco del calcio!”

Eccezzziunale…veramente: film cult della commedia all’italiana, diretto da Carlo Vanzina e interpretato in modo magistrale da Diego Abatantuono, tanto che non si può pensare a questo attore senza legarlo alla pellicola. Un classico senza tempo uscito nelle sale nel 1982, accanto all’attore e co -sceneggiatore Abatantuono troviamo altri due pilastri della comicità italiana, Teo Teocoli e Massimo Boldi. Il primo della lista interpreta nello stesso film tre personaggi: Donato il capo ultrà del Milan; Tirzan il cui vero nome Felice un camionista tifoso della Juventus e Franco titolare di una concessionaria d’auto tifoso interista.

Tutto inizia in una normale domenica di campionato quando il camionista Tirzan viene fermato da due poliziotti a bordo del suo camion, uno romanista e l’altro fiorentino tra i tre nasce un enorme disputa calcistica; contemporaneamente Donato tifoso milanista dopo aver perso il derby ha uno scontro con dei tifosi interisti; in tutto questo Franco (tifoso dell’Inter) è il più felice per la vittoria ma deve comunque tornare a casa, dove vivono una moglie e una suocera che non tollera. Appena arrivato lo aspetterà una grande sorpresa, un tredici al Totocalcio che si rivelerà essere solo uno scherzo degli amici del bar, ma lui credendoci inizierà a darsi alla bella vita e caccerà le due donne indigeste dalla sua vita.

Tirzan lo juventino. deve fare un trasporto in Romania e chiede ad un suo collega ‘lo slavo’ che invece deve andare a Parigi, di scambiarsi il camion per assistere alla finale di Champions League della Juventus contro l’Anderlecht in Francia. Donato nel frattempo va a trovare il suo amico interista all’ospedale che dopo il match ha perso persino la parola. Franco ancora convinto della grande somma vinta continua a sperperare denaro mentre gli amici non sanno come dirgli che è tutto finto, ma grazie ad una telecamera un amico svelerà lo scherzo mentre Franco si ritrova nel panico per lo sperpero di denaro. Nel frattempo in Francia Tirzan mentre scarica la merce con il camion, questo viene rubato e la polizia pensa che il mezzo sia stato sottratto proprio allo Slavo, trattenuto il tifoso juventino non riuscirà ad assistere al match di finale di Coppa Campioni. Tirzan cercherà il suo camion rubato con un poliziotto ma senza ottenere risultati fin quando un altro autista rimane in panne e lo aiutano a ripartite, ma lo juventino si accorge che si tratta proprio del suo camion, il poliziotto per fermare il ladro spara le gomme del camion che esce fuori strada distruggendosi.

Nel frattempo Franco è coperto di debiti e gli amici non sanno come farsi perdonare, ma un allibratore gli consiglia di scommettere in modo clandestino sulla vittoria dell’Avellino; Franco e i suoi amici scommetteranno 20 milioni. L’avversaria dell’Avellino sarà proprio l’Inter e per recuperare la grande somma di denaro arriveranno a minacciare persino l’arbitro. Tirzan ritorna in Italia e quando incontra ‘lo slavo’ si accorge che questo non ce l’hai con lui come invece temeva, ma il collega gli mostra il suo mezzo totalmente distrutto. Franco e i suoi amici rapiscono l’arbitro del match Avellino-Inter sbagliando persona e imprigionando un commissario di polizia che per non perdersi il match non prende provvedimenti.

L’ultima parte del film è sullo scontro Milan e Juventus, Tirzan si ritrova seduto al posto del sindaco sugli spalti accanto a Gianni Agnelli che conquista con la sua simpatia. La partita verrà vinta dalla Juve grazie ad una rete di Virdis e Franco i suoi amici perderanno la scommessa. Questi non si scoraggiano e iniziano a scommettere una nuova somma di denaro sull’Inter campione d’Italia mentre alla fine Tirzan diventa l’autista del pullman della Juventus.

In tutta la pellicola viene messa in mostra l’ignoranza che pervade alcune frange della tifoseria che da molti viene considerata una sorta di furbizia, ancora un altro film sui luoghi comuni del calcio sulla penisola. Ancora un film comico sul calcio che diventa un cult che resiste al tempo.
MRB.it Tag:
massimo boldi
teo teocoli
eccezzziunale veramente
film
film di calcio
juventus
milan
inter