Gazzetta Sports Awards: a Benedetta Pilato il premio Promessa del 2019
SPORT | Mancini è l'uomo dell'anno, trionfa anche la Pellegrini.
Altri Sport Tutte le News
Altri Sport Tutte le News
Benedetta Pilato
Redazione MRB.it | 19 Dicembre 2019 - 08:30
Notte di stelle, notte di premi. Si accendono le luci sull’edizione 2019 dei Gazzetta Awards, il Gran Galà della Rosea che premia i migliori sportivi dell'anno. In un evento condotto da Geppi Cucciari nella splendida cornice degli East End Studios di Milano - che hanno fatto registrare il tutto esaurito - la Gazzetta dello Sport ha premiato, per il quinto anno consecutivo, gli sportivi che hanno tenuto alta la bandiera italiana nel 2019. Ad eleggerli oltre 200mila lettori della Rosea che hanno votato su Gazzetta.it, record assoluto degli Awards.

UOMO E DONNA DELL'ANNO
A trionfare nella categoria Uomo dell'anno è stato Roberto Mancini: il c.t. della Nazionale ha conquistato 11 vittorie consecutive facendo meglio di un mostro sacro come Vittorio Pozzo. Ma suo soprattutto il merito di aver riacceso le speranze azzurre dopo la mancata storica qualificazione all'ultimo Mondiale e quello di aver fatto debuttare in azzurro ben 24 giocatori, Zaniolo su tutti: "Agli Europei non saremo tra le favorite, ma andremo per vincere". La Donna dell'anno è invece Federica Pellegrini. La Divina, lo scorso agosto, a 31 anni ha vinto il suo quarto oro mondiale nei 200 stile libero, ma guarda avanti: "Serata importantissima per me. Nel 2020 mi gioco la qualificazione alle Olimpiadi con i trials italiani di fine marzo. Speriamo di volare a Tokyo".

ALLENATORE E SQUADRA DELL'ANNO
Chi se non lui? Anche il premio allenatore dell'anno va a Roberto Mancini La squadra dell'anno è invece il Settebello

BEST PERFORMANCE E EXPLOIT DELL'ANNO
La best performance del 2019 è di Jannik Sinner che si è aggiudicato la terza edizione delle Next Gen Atp Finals battendo Alex De Minaur in un'ora e 4 minuti. Mentre il premio exploit dell'anno finisce nelle mani di Charles Leclerc che, 9 anni dopo l'ultima volta, ha portato nuovamente a Ferrari sul gradino più alto del podio nel circuito di Monza. Spaventato il primatista del mondo King (oro per soli 16 centesimi) è valsa a Benedetta Pilato il premio Promessa del 2019. L'atleta paralimpico dell'anno è invece Simone Barlaam: 5 medaglie d'oro ai mondiali di Londra, un argento nella 4x100 e il più veloce a toccare la piastra e quindi a segnare il nuovo record del mondo nei 100 stile, nei 100 dorso, nei 50 stile e nella staffetta 4x100 maschile. La rivelazione? Matteo Berrettini (numero 8 del tennis mondiale) che agli Us Open ha ceduto solo davanti a Nadal arrivando alle semifinali: secondo italiano di sempre a realizzare quest’impresa nello Slam americano e l’unico ad averlo ottenuto sul cemento.

TRE PREMI SPECIALI
Oltre ai 9 vincitori sono stati assegnati anche dei premi speciali non in votazione. Il premio leggenda è andato a Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna che sta combattendo la sua battaglia più importante. Il premio esports lo ha vinto Daniele “Jizuke” Di Mauro, mentre quello Sportweek è andato alla nazionale femminile di calcio.

I PREMIATI
Di seguito l’elenco completo dei premiati:
Uomo dell’anno: Roberto Mancini
Donna dell’anno: Federica Pellegrini
Allenatore dell’anno: Roberto Mancini
Squadra dell’anno: Settebello
Best performance: Jannik Sinner
Exploit dell’anno: Charles Leclerc
Promessa: Benedetta Pilato
Atleta paralimpico dell’anno: Simone Barlaam
Rivelazione: Matteo Berrettini

PREMI SPECIALI NON IN VOTAZIONE
Leggenda – Sinisa Mihajlovic
Esports – Daniele “Jizuke” Di Mauro
Premio SportWeek – Nazionale femminile di calcio
Fonte: gazzetta.it
MRB.it Tag:
gazzetta dello sport
gazzetta sports awards
roberto mancini
federica pellegrini
nazionale italiana femminile di calcio
nazionale italiana
benedetta pilato