Fasano, Corvino: 'Sarà una bella partita, possiamo dire la nostra'
VERSO FASANO-TARANTO | L'attaccante biancoazzurro analizza il campionato: 'Non siamo la mina vagante, il valore dei rossoblù verrà fuori'
Serie D Tutte le News
Calcio Tutte le News
foto Luca Barone
Redazione MRB.it | 29 Novembre 2019 - 14:25
Vincenzo Corvino vuole giocarsela fino alla fine. L'attaccante del Fasano sa quanto è importante la sfida di domenica al Curlo, perché anche i biancoazzurri come i rossoblù vengono da una sconfitta dura da digerire: “Sicuramente il Taranto, come noi, avrà il dente avvelenato, entrambe le squadre vorranno trovare la vittoria. Uscirà sicuramente una bella partita, ma se noi entreremo in campo con la giusta grinta e determinazione, avremo la possibilità di poter dire la nostra anche domenica”, ha detto in un'intervista a tuttocalciopuglia.com.

Magari inizialmente il numero 10 di mister Giuseppe Laterza non si poteva aspettare che il match sarebbe valso il terzo posto in classifica nel girone H, dato che il Taranto è considerato in pole position per la promozione: “Ci si aspetta che una squadra come il Taranto stia sempre nella parte alta della classifica. Hanno steccato domenica, perdendo in casa col Gravina, ma sono convinto che i loro valori usciranno nel corso del campionato”, ha ricorcato Corvino.

Quanto all'ottimo inizio del Fasano, ecco il segreto:  “Noi, onestamente, entriamo la domenica in campo senza pensare alla classifica. Giochiamo sempre il nostro calcio, il gruppo è sano ed è ciò che fa la differenza. Non abbiamo un vero e proprio obiettivo, è un campionato strano, pensiamo domenica dopo domenica. Guardiamo al presente, stiamo facendo un ottimo cammino, non guardiamo la classifica, e ci prepariamo alla sfida col Taranto per dare il massimo sul terreno di gioco”, ha spiegato.

Sarà proprio Corvino il pericolo numero uno per il Taranto di Panarelli, essendo il capocannoniere della sua squadra. Ma lui non pensa più di tanto alle 9 reti realizzate finora: "Fare gol è un obiettivo personale, ma a me interessa principalmente il gruppo. Io voglio vincere per il bene della squadra, se ciò dovesse accadere con dei miei gol, sarei ancora più contento, ovviamente”.

Il Fasano ha il vantaggio di aver già giocato contro tutte le big del campionato (compreso il Taranto in Coppa Italia), quindi Corvino ha potuto fare un paragone: “Mi ha sorpreso molto il Cerignola, sono una squadra ben costruita e con un tecnico preparato. Noi non siamo la sorpresa di turno, perché la 'mina vagante' dura qualche giornata, non quasi metà campionato. Bitonto e Foggia sono due squadre costruite per la vittoria del campionato, i neroverdi stanno facendo molto bene, poi gli acquisti del mercato di dicembre potrebbero fare la differenza nel corso del campionato”, il giudizio dell'attaccante biancoazzurro.

Che ha espresso un ultimo parere sul match del Monterisi contro il Cerignola: “Abbiamo incontrato una squadra molto organizzata e molto forte, sia come gruppo ma, soprattutto, individualmente. È stata la prima partita dove siamo andati un po’ in difficoltà. Noi siamo stati bravi a ritrovare il pareggio, ci è mancata la lucidità nel gestire il pallone negli ultimi minuti per evitare che loro potessero cercare la via del vantaggio”, ha concluso.
MRB.it Tag:
serie d
girone h
lnd
fasano
corvino
fasano-taranto