Viadotto crollato, la Lavagnese ci era passata qualche ora prima
SERIE D GIRONE A | Evitata per poche ore la tragedia per squadra ligure che è transitata col pullman su quel tratto della Torino-Savona per andare a Bra
Serie D Tutte le News
Calcio Tutte le News
Il viadotto crollato sull'A6 - Foto da quotidianopiemontese.it
Armando Torro | 25 Novembre 2019 - 18:45
Tempo di lettura: 1 minuto e 6 secondi
Ormai tutta Italia conosce la foto di questo articolo. È il viadotto "Madonna del Monte" crollato sulla Autostrada A6 Torino-Savona all'altezza di Altare in Valbormida in direzione del capoluogo piemontese e per fortuna al momento del cedimento, poco dopo le 14 di domenica, non sono transitate vetture.

Il viadotto malandato è stato attraversato anche dal pullman della Lavagnese qualche ora prima perché la squadra militante nel girone A di Serie D era diretta a Bra per giocare la partita della tredicesima giornata di campionato contro i cuneesi. Il viaggio della squadra ligure è stato per certi versi inutile, dato che la partita al Bravi non si è giocata per impraticabilità di campo, ma sarebbe potuto diventare anche una tragedia.

All'ora del crollo capitan Basso e il resto della squadra erano entrati in campo per il riscaldamento, salvo poi alle 15 accettare la decisione del signor Poto di non far disputare la partita. Solo dopo i momenti di tensione e concentrazione al campo i giocatori della squadra ligure hanno potuto pensare a cosa hanno rischiato, se solo il viadotto avesse ceduto prima, e al ritorno hanno dovuto cambiare tragitto perché nel frattempo l'A6 era stata (ed è tutt'ora) chiusa al traffico.
MRB.it Tag:
serie d
girone a
lavagnese
bra
a6
viadotto
crollo
torino
savona