Taranto, oltre l'avversario c'è l'allerta meteo
TARANTO FC | La rassegna stampa di oggi
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Cuccurullo - foto Luca Barone
Redazione MRB.it | 24 Novembre 2019 - 11:15
Nella rassegna stampa di oggi sulla Gazzetta del Mezzogiorno le parole di Alfredo Ghionna a poche ore dal match Taranto-Gravina.

Taranto chiede spazio all'enigmatico Gravina-Non esistono tabelle, nè percorsi già tracciati da affrontare. Il Taranto guarda esclusivamente al presente, all'immediato, che oggi propone la non semplice sfida interna contro il coriacco Gravina. Una gara che cade in un momento importante del torneo, lo stesso in cui, un anno fa, proprio gli jonici persero quei punti preziosi che a fine stagione risultarono determinanti ai fini della conquista del campionato.
Dunque, memori della passata esperienza, i rossoblù, a cominciare dal suo tecnico Luigi Panarelli, non vorranno lasciare nulla per strada, provando a giungere al giro di boa, che coinciderà con la sosta in occasione delle festività natalizie, con la migliore classica possibile. Tornando alla gara di oggi contro il Gravina, l'allenatore tarantino non dovrà fare i conti con particolari probelmi di formazione. Gli unici indisponibili saranno Lanzolla (assente ormai da oltre due mesi, ma segnalato in recupero) e Matute, il quale precauzionalmente questo pomeriggio non farà parte degli undici titolari a causa di un fastidio muscolare accusato nei sei minuti disputati domenica scorsa a Francavilla in Sinni. Defezioni che non andranno ad intaccare le intenzioni del tecnico jonico,  che sembra voler riproporre lo schieramento che domenica scorsa ha sbancato il "Fittipaldi". Dunque, confermando la difesa a tre con Luigi Manzo ormai padrone del proprio reparto, ben assistito da Benvenga (diffidato) e Ferrara, Panarelli affiderà a Pelliccia (a destra) ed Oggiano (a sinistra) il ruoli di cursori di fascia che avranno il compito di dare impulso alla manovra esterna. In mezzo conferma per Stefano Manzo (che ha nel proprio repertorio un gran tiro dalla distanza che può sempre  tornare utile nel caso in cui la partita fatichi a sbloccarsi) ed il giovane Cuccurullo, il quale al momento vince la concorrenza con il suo collega Marino. D'Agostino sarà incaricato di inventare e suggerire per il tandem offensivo composto da Genchi (la cui vena realizzativa nelle ultime domeniche è tornata ad essere quella dei  tempi migliori) e Favetta, sempre pronto a fare a sportellate con i difensori avversari. Un unidici di partenza nel quale, inizialmente, non dovrebbe trovare spazio Guaita, che rimane l'asso nella manica a disposizione di Panarelli da giocare a gara in corso. Tra gli ospiti non ci sarà l'ex Mbida, squalificato. Il match avrà inizio alle ore 14.30 e la direzione è stata affidata al fischietto del signor Raimondo Borriello di Arezzo, il quale si avvarrà della collaborazione degli assistenti Francesco Romano di Isernia e Fabio Dell'Arciprete di Vasto. Questa la probabile formazione  del Taranto (3-4-1-2); Sposito; L.Manzo, Benvenga, Ferrara; Pelliccia, S.Manzo, Cuccurullo, Oggiano; D'Agostino; Genchi, Favetta. All.Panarelli.

Sempre sulla Gazzetta del Mezzogiorno le parole di Ciro Sanarica sulla probabile formazione del Gravina e sull'allerta meteo aranciane diramata ieri che metterebbe a rischio la gara allo "Iacovone"

Ad assistere mister Loseto c'è l'ex jonico Cimino ma in campo non ci sarà Mbida
Sarà una lotta a tre oggi allo "Iacovone", almeno stando alle previsioni meteo. Anche gli ultimi aggiornamenti non accenano a sminuire quanto paventato nei giorni scorsi: l'arco jonico sarà interessato da una violenta perturbazione che metterà a rischio la regolarità degli incontri di calcio, Taranto e Gravina dovranno fare i conti con il clima annunciato "pesante", dunque, oltre che con l'avversario umano. Sarà la terza sfida in riva allo Jonio tra le due comopagini. In entrambi i precedenti match, il Taranto si è imposto. Lo scorso autunno la partità terminò con un sonoro 3-0 e guarda caso i tre marcatori di quell'11 novembre, potrebbero tutti essere in campo anche oggi. Parliamo di Favetta, Oggiano e D'Agostino. Chi invece non sarà in campo è Mbida. Il centrocampista gialloblù avrebbe vestito i panni dell'ex ma il Giudice Sportivo nè impedirà l'esibizione. Questo provocherà dei problemi nell'allestimento della squadra per Valeriano Loseto, che tra i suoi collaboratori conta anche il tarantino verace Alfredo Cimino. Tuttavia il Gravina non dovrebbe abbandonare quel 4-3-3 a cui è affezionato e che in prima linea ritrova Chiaradia. L'esterno finora si è dimostrato supporto ideale per la punta Santoro, al suo secondo anno sulla Murgia è già capace di mettere a segno nove reti nelle prime dodici giornate. Nel loro ambito sono stati 17 i punti messi insieme dai baresi, che però hanno dimostrato scarsa fortuna lontano dalle mura amiche. Lontano dal "Vicino" (stadio in cui si annota un clamoroso capitombolo con il Gladiator e cinque successi che permettono di vantare il miglior rendimento interno nel gruppo H) appena due punti. Tanto efficace in casa quando incocnludente fuori. Nessuno ha fatto peggio in trasferta, anche in termini di gol segnati (solo tre e tutti segnati in una sola gara). Gli unici punti sono arrivati a Vallo della Lucania (0-0) e Foggia (3-3 sciupando un doppio vantaggio nel finale). Questa è la probabile formazione del Gravina: Loliva; Dentamaro, Silletti, D'Angelo, Larosa; Gogovsky, Prosi, Koulibaly; Ficara, Santoro, Chiaradia. All. Loseto.
MRB.it Tag:
taranto fc
serie d
serie d girone h
lega nazionale dilettanti
lnd
dilettanti
gazzetta del mezzogiorno
taranto-gravina