Le aspirazioni ritrovate, D'agostino e Oggiano si riprendono la scena
TARANTO FC | Il commento di Leo Spalluto sulla partita contro l'Agropoli
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Fabio Oggiano - Foto Luca Barone
Leo Spalluto | 11 Novembre 2019 - 17:05
Ci sono partite che finiscono ancora prima di cominciare. Sospinte da un vento favorevole che conduce il risultato nella direzione voluta. Come Taranto-Agropoli. Sulla carta non era una partita semplice, al di là della condizione degli ospiti, invischiati sul fondo della classifica.

La legge del campo, invece, ha dato subito il suo responso. Dopo 1’45 tutto (o quasi) era già deciso. L’eccezionale gol di capitan D’Agostino, sempre più brillante e ispirato, ha fatto capire in un attimo che non c’era nulla da temere. Che il Taranto ha ritrovato se stesso e la forza delle sue aspirazioni. Che la vittoria era ad un passo: anche se c’erano 88 minuti ancora da giocare.
Il resto dell’incontro ha confermato le sensazioni. L’Agropoli non ha demeritato, anzi: ha persino sfiorato il pari dimostrando trame di gioco e individualità interessanti, migliori rispetto a diverse squadre che occupano, attualmente, posizioni più nobili.

Ma il nuovo Taranto, «nato» tre settimane fa, ha il piglio del comando e il coraggio di chi è sicuro delle proprie forze
: le tre reti successive sono arrivate in un ventaglio ristretto di minuti, come se segnare fosse uno sbocco naturale e ineluttabile. La quinta rete di Genchi, in versione doppiettista, ha chiuso i conti: adesso i rossoblù vincono sempre, non subiscono gol, sfornano pregevolezze tecniche con D’Agostino e Oggiano (incredibilmente finiti ai margini con la gestione Ragno), segnano a raffica con Genchi e Favetta.

Se il Bitonto corre, il Taranto non perde terreno: la rimonta avviata da Panarelli ha generato il ritorno al secondo posto, a -4 dalla capolista. Alternative non ce ne sono: «Vincere sempre è un obbligo» spiega il tecnico, con la modestia e la determinazione che gli sono proprie. Piedi per terra, dunque: ma adesso tutto sembra possibile.
Fonte: Leo Spalluto - La Gazzetta del Mezzogiorno
MRB.it Tag:
serie d
girone h
lnd
lega nazionale dilettanti
taranto fc
agropoli