Taranto, 4 partite per fare il pieno
TARANTO FC | La rassegna stampa della vigilia di Gelbison-Taranto
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Taranto-Gladiator - Foto Luca Barone
Redazione MRB.it | 2 Novembre 2019 - 17:30
Dopo un primo periodo non completamente positivo, il Taranto non può più perdere punti e terreno di gioco dalle dirette concorrenti: dopo l'era Ragno, gli uomini di Panarelli sono chiamati a dare una svolta al campionato per evitare di avere un distacco troppo ampio dalle prime classificate al termine del giro di boa.

NOVEMBRE. D'Agostino e compagni sembrano aver dato un preciso segnale contro il Gladiator: dopo un primo tempo disputato in maniera contratta, conclusosi tra i fischi dei tifosi accorsi allo Iacovone, il Taranto si è fatto forza ed ha manifestato un atteggiamento più propositivo e voglioso nella ripresa, convertendo lo scetticismo di metà partita in applausi. É proprio dai secondi quarantacinque minuti di domenica scorsa che gli ionici devono ripartire per inanellare un filotto di vittorie consecutive: il calendario prevede Gelbison e Francavilla(in trasferta) e le sfide interne contro Agropoli e Gravina. Un percorso che, sulla carta sembrerebbe più semplice rispetto alle dirette avversarie ma che riserva, come sempre, una mole assoluta di insidie: gli ionici, già domenica prossima, affronteranno in quel di Vallo della Lucania la miglior difesa del campionato insieme a quella del Bitonto, capolista del girone H. Una serie di vittorie permetterebbe anche di riportare l'entusiasmo nella piazza, apparsa leggermente 'distaccata' nelle ultime uscite: la squadra è consapevole che il calore del pubblico è fondamentale, soprattutto tra le mura amiche, per il percorso delle prossime giornate e, a suon di prestazioni, cercherà di riportarlo sui gradoni dello Iacovone.

ANALOGIE COL PASSATO.
Nella passata stagione, sempre sotto la guida di Gigi Panarelli, gli ionici arrivarono a fine novembre con 20 punti, frutto di 5 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte. La distanza dalla vetta, occupata dall'allora capolista Cerignola, era pari a 4 punti: lo stesso gap distanzia il Taranto dall'attuale vetta occupata dalla formazione di Taurino. L'auspicio per la tifoseria ionica, ovviamente, è che la stagione corrente possa avere un epilogo diverso: la squadra rossoblù è stata costruita per la vittoria del campionato e, dopo un avvio ad handicap dove, comunque, non ha perso tantissimo terreno rispetto alle dirette concorrenti, deve dare una brusca accelerata per evitare che il campionato possa prendere una rotta diversa da quella separata.
Fonte: Christian Cesario - Corriere dello Sport
MRB.it Tag:
serie d
girone h
lnd
lega nazionale dilettanti
taranto fc
rassegna stampa