Pizzaleo e la classifica meno gradita
TARANTO FC | Il portiere è terzo nella storia rossoblù per presenze in panchina, dietro a Degli Schiavi e Maraglino
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Pizzaleo nel riscaldamento prima di Taranto-Gladiator - Foto MRB.it
Armando Torro | 1 Novembre 2019 - 14:30
Tempo di lettura: 2 minuti e 22 secondi
Ci sono record e record, alcuni inviadibili e altri evitabili, anche in casa Taranto. Se Stefano D'Agostino è entrato nella top ten dei marcatori rossoblù con la doppietta realizzata contro il Gladiator arrivando a quota 38 gol e a fine stagione potrebbe balzare al quinto posto superando Bruno Benetti (49), c'è chi a Fasano in Coppa Italia ha fermato un altro conteggio a modo suo importante.

Si tratta di Pierluca Pizzaleo, che ha collezionato 86 partite vissute dalla panchina in questi due passaggi della sua esperienza jonica. In campionato il portiere classe '97 non ha ancora giocato neanche un minuto, quando a difendere i pali della porta rossoblù si sono alternati Mario Giappone e Alex Sposito, entrambi del 2001 e quindi favoriti anche per la regola degli under in Serie D. Infatti in questa particolare classifica non è un caso che i portieri siano ai primi tre posti, anche se hanno partecipato in campionati superiori: in questo il primato appartiene a Gianfranco Degli Schiavi che nel Taranto ha raccolto 47 presenze a fronte di ben 123 panchine e il motivo è piuttosto semplice.
Nei primi anni in Serie B (1975-1977) era titolare, nella seconda stagione si alternava con Raffaele Trentini, mentre dopo l'esperienza alla Salernitana al suo ritorno in rossoblù ha trovato la porta occupata prima da Zelico Petrovic e poi da Walter Ciappi.

Dietro di lui "inseguiva" Angelo Maraglino fermo a 105: il 29enne è stato un pilastro delle giovanili del Taranto, ma una volta arrivato in prima squadra ha trovato davanti a sé Emanuele Nordi e Nicola Barasso, quindi è stato spedito in prestito al Casoli ed è rientrato vedendosi sbarrata la strada per la titolarità da Nicolas Bremec (semplicemente insostituibile dal 2009 al 2012). Infatti Maraglino ha iniziato a giocare al primo anno di D, ma già nel secondo è stato dato al Grottaglie per poi tornare a fare la panchina ad Alessandro Mirarco, alternandosi come numero 12 proprio a Pizzaleo e chiudendo così l'avventura col Taranto.

Pierluca, invece, ha diviso equamente con Victor De Lucia le presenze da titolare (16) nell'anno della promozione in Serie C col ripescaggio, ma poi non ha mai giocato da professionista. Alla nuova discesa all'inferno, solo una presenza prima della cessione all'Ostuni e da quest'anno (ritorno a Taranto) il conto stagionale è lo stesso, con la differenza che la partita era di coppa.
Continuando così, Pizzaleo potrebbe superare Maraglino e arrivare a poche lunghezze da Degli Schiavi, ma non se lo augura lui e nemmeno noi: non sarebbe giusto per chi ha contribuito all'unica gioia vissuta dai tifosi tarantini in questi 7 anni.

MRB.it Tag:
serie d
girone h
lnd
taranto
pizzaleo
degli schiavi
maraglino