Il Bitonto conferma la vetta, Fasano e Taranto show in rimonta
SERIE D/H - 9A. GIORNATA | Tris neroverde a Brindisi, vincono anche Foggia e Cerignola su Nardò e Gelbison
Serie D Tutte le News
Calcio Tutte le News
Armando Torro | 29 Ottobre 2019 - 14:00
Distanze immutate nelle posizioni di testa della classifica del girone H di Serie D dopo la nona giornata. La capolista è ancora il Bitonto che dà una dimostrazione di forza a Brindisi, anche se la prima occasione dopo 3' al Fanuzzi è per i biancoazzurri: la svolta arriva al 23' con il rigore assegnato ai neroverdi trasformato da Patierno, breve risposta brindisina dei soliti Ancora e Marino ma Piarulli raddoppia al 33' imbeccato da Biason. Nella ripresa l'espulsione di Gianfreda sembra dare una chance al Brindisi che arriva al 2-1, ma viene annullato per fuorigioco e subito dopo Patierno fa tris e doppietta personale chiudendo i conti.

È la stessa sensazione che si ha al Curlo di Fasano quando al 12' la Fidelis Andria è avanti di due reti (prima Palazzo lanciato da Porcaro e poi la splendida punizione di Dalla Bona), ma Corvino si guadagna e trasforma un rigore alla prima incursione in area federiciana al 40' mandando le squadre al riposo sull'1-2. Nella ripresa la Fidelis sembra controllare, solo che Corvino concede il bis: ancora rigore conquistato e trasformato per poi dare l'assalto finale, risultato vincente perché al 91' Diaz scrive il 3-2 che mantiene la squadra di Laterza al secondo posto.

Anche il Taranto ribalta una partita che si fa difficile alla mezz'ora del primo tempo a causa della mancata presa su corner di Sposito che permette a Del Sorbo di insaccare di testa e portare il Gladiator in vantaggio nel primo tempo sotto i fischi dello Iacovone per i rossoblù. Che però rientrano in campo con un altro piglio e D'Agostino trova subito il pareggio, poi l'altro Stefano, Manzo, decide di concorrere con Dalla Bona per la rete più bella della giornata e spedisce all'incrocio un gran destro dai 25 metri: il Taranto prende il sopravvento e ancora D'Agostino è preciso nel fare il 3-1 definitivo.

Il Foggia vince a Nardò il terzo derby pugliese di giornata e si tiene in scia del Bitonto grazie a una conclusione di Cittadino destinata a uscire, ma deviata in porta da Aquaro: i granata protestano per un fuorigioco segnalato dal guardalinee e ignorato dall'arbitro nell'azione, poi si gettano in attacco a cercare il pareggio con Camara che però tira addosso a Fumagalli due volte, mentre nella ripresa Gerbaudo e soprattutto Campagna sfiorano il raddoppio.

Festeggia anche il Casarano la vittoria nel derby contro la Team Altamura, anche se per il gioco espresso il pareggio sembra il risultato più giusto: alla fine decidono i gol di Mincica e Occhiuto dopo il momentaneo pareggio su rigore di Tedesco e il palo colpito da Fontana.
Torna alla vittoria il Cerignola dopo sei giornate e inflgge la seconda sconfitta alla Gelbison. Quella di mister Potenza è la prima squadra a segnare due gol ai campani: dopo un primo tempo di leggera marca gialloazzurra (Sansone spreca l'occasione più grande per i padroni di casa). La ripresa è più vivace e al 71' Rodriguez porta in vantaggio il Cerignola, ma Mautone pareggia dopo 6 giri di lancetta: alla fine decide Loiodice.
Chiude il 5-0  senza storia del Gravina sull'Agropoli i due 1-0 esterni di Sorrento e Francavilla contro Grumentum e Nocerina



MRB.it Tag:
serie d
girone h
lnd
bitonto
brindisi
fasano
fidelis andria
taranto
gladiator
foggia
cerignola
nardò
gelbison