SERIE B

Il Benevento continua a volare: batte il Perugia e lo stacca

Cade anche la Salernitana a Venezia: l'undici di Inzaghi è a +4 su biancorossi e granata

Il Benevento vince il big match dell'ottava giornata di Serie B e vola a 18 punti in classifica. Gli uomini di Inzaghi soffrono in una partita nervosa contro il Perugia, ma escono dal Vigorito con la seconda vittoria consecutiva: decide Armenteros al 20' con un tap-in dopo un bel tiro di Insigne respinto da Vicario e un inizio forsennato dei giallorossi nei primi minuti. Vicario, infatti, nega il raddoppio a Coda due volte e il Perugia si affaccia dalle parti di Montipò per la prima volta solo al 42' con Falcinelli. Nella ripresa gli umbri partono forte e la partita rischia di girare per l'espulsione di Tello (doppio giallo), ma anche in dieci i padroni di casa sfiorano il raddoppio e Vicario si supera su Insigne: pochi problemi per Montipò fino agli ultimi minuti, in cui Carraro si becca il rosso diretto per un'entrataccia col piede a martello. Nulla di rilevante negli 8' di recupero finali (solo un tiro dalla distanza di Rosi) e 1-0 che non cambia più.

Nel primo pomeriggio cade clamorosamente la Salernitana al Penzo, dove il Venezia centra la prima vittoria casalinga grazie all'ex Bocalon al 42' dopo la traversa e il palo colpiti da Giannetti. Nella ripresa i lagunari resistono all'attacco piuttosto sterile della squadra di Ventura che rischia di staccarsi dalla vetta.
Lo stesso vale per la Virtus Entella che non va oltre l'1-1 in casa contro il Trapani dopo il vantaggio firmato da De Luca: su rigore Taugourdeau pareggia i conti che sono in equilibrio anche per i legni colpiti da Scaglia e Schenetti.


Vince in rimonta, invece, lo Spezia all'Adriatico sul Pescara che passa a metà primo tempo con Machin, ma nella ripresa bastano 2' (tra 69' e 71') per ribaltare la sfida per i liguri. Ci pensano Bartolomei e Gudjohnsen jr (figlio dell'ex Barcellona e Chelsea) a riportare i tre punti ai bianconeri dopo tre sconfitte consecutive.
Pazzesco il poker della Juve Stabia sul Pordenone, che lontano dalla Dacia Arena fa fatica: apre subito Mezavilla di testa e lo raggiunge Misuraca, ma al quarto d'ora è ancora vantaggio gialloblù con Forte a porta vuota. Non finisce qui perché al 20' e al 28' Calvano e Canotto fanno 4-1 e chiudono di fatto il match, rendendo inutile la rete del definitivo 4-2 degli ospiti, in realtà un autogol di Calò.

Pescara-Spezia 1-2
23' Machin (P); 69' Bartolomei, 71' Gudjohnsen (S)
Juve Stabia-Pordenone 4-2
8' Mezavilla, 16' Forte, 20' Calvano, 28' Canotto (J); 13' Misuraca, 85' Calò a (P)
Venezia-Salernitana 1-0
42' Bocalon
V.Entella-Trapani 1-1
41' De Luca (E); 68' Taugourdeau r
Benevento-Perugia 1-0
20' Armenteros

Ed ecco la classifica aggiornata

Benevento 18
Crotone 14*
Empoli 14*
Salernitana 14
Perugia 14
Ascoli 12*
Venezia 12
V.Entella 12
Cittadella 12
Pordenone 11
Chievo 10*
Pescara 10
Cremonese 10*
Pisa 9*
Cosenza 7
Spezia 7
Juve Stabia 7
Frosinone 6*
Trapani 5
Livorno 4*

* una partita in meno


Scroll to Top