Febbre a 90°: l'amore per una donna o per 11 uomini?
LE VOCI DI MRB.IT | Dalla rubrica dedicata ai film sul calcio, 'Cinema Footlball Club'
Cinema Football Club Tutte le News
Le Voci di MRB.it Tutte le News
foto da auralcrave.com
Angelica Grippa | 10 Ottobre 2019 - 14:00
'Non è facile diventare un tifoso di calcio, ci vogliono anni. Ma se ti applichi ore e ore entri a far parte di una nuova famiglia. Solo che in questa famiglia tutti si preoccupano delle stesse persone e sperano le stesse cose. Cosa c'è di infantile in questo?'
(Paul)


Febbre a 90°
: una commedia amara con al centro il tema del calcio. Il regista televisivo, David Evans al suo esordio nel cinema, si ispira al romanzo autobiografico di Nick Hornby, ed entrambi descrivono in maniera meticolosa il mondo appassionato del tifo. Tante volte i tifosi perdono di vista le ‘cose importanti’ per inseguire la loro squadra, agli occhi degli altri questo appare come un comportamento al limite dell’assurdo. Ma la passione per questo sport può davvero diventare una componente importante della propria vita, tanto da darle priorità assoluta.

Il protagonista è Paul Ashworth un insegnante di letteratura, innamorato del suo ‘Arsenal’. La sua dolce ossessione sportiva lo porterà a scontrarsi con una sua collega, Sarah Hughes. Il romanzo copre un arco di tempo molto lungo, che va dalla pre-adolescenza sino all’età adulta del protagonista, mentre il film si concentra su una sola stagione quella 88/89, e si focalizza molto meno sulle vicende personali del protagonista, e lo fa con qualche flashback. Bella la scena che descrive l’esperienza della prima partita di Paul, con il  padre anch’esso tifoso dell’Arsenal, allo stadio di Highbury nella partita d’esordio dei suoi beniamini. Paul si innamora subito, un colpo di fulmine che non lo abbandonerà mai più. Salto nel tempo, anno 1989: Paul è un insegnante di letteratura alle superiori, molto disponibile e apprezzato dai suoi allievi, questo suo atteggiamento amichevole porterà l’inimicizia della sua collega Sarah, la tipica professoressa rigorosa e metodica che non approva i suoi metodi didattici. Alla fine i due inizieranno a frequentarsi e inizieranno persino una relazione.

Nel campionato 88/89 l’Arsenal è in testa alla classifica, ma il titolo manca da 18 lungi anni, e il protagonista lo desidera fortemente tanto che le continue assenze mettono a rischio la sua relazione, alla fine la passione di Paul riuscirà a contagiare anche la sua donna che parteciperà sempre più attivamente al tifo. Si narra anche la strage di Hillsborough dove persero la vita 96 tifosi del Liverpool, un accenno alla violenza degli hooligans di quegli anni. La notizia di Sarah che aspetta un bambino riporterà il protagonista per breve tempo nel mondo vero. La scena finale vede l’ultima partita del campionato, lo storico scontro tra Liverpool e Arsenal: chi vince il match sarà campione d’Inghilterra. Dopo una lunga attesa la squadra di Paul vince per 2 a 0, tra la gioia incontenibile dei protagonisti, che  si allontanano abbracciati. Ricostruzione perfetta dell’atmosfera festosa dopo la vittoria di un match importante.

Altro film cult per gli appassionati del genere, ottima trasposizione della passione calcistica sul grande schermo . Il film tenta di evidenziare l’importanza del calcio nella vita di un tifoso semplice, un atteggiamento tante volte incompreso e giudicato. Si può soffrire, gioire e piangere per la propria squadra esattamente come accade per tutte le altre avventure della propria vita, con naturalezza. È una passione fissa che può anche scandire le tappe fondamentali della vita .

Nel momento in cui il protagonista si troverà a scegliere tra l’amore per la sua donna e quello per la proprio a squadra il film raggiunge il picco della tragicità. Due componenti importanti, e Paul non rinuncia a nessuno delle due, anzi con passione cerca di unirle per non rinunciarci. Lo sforzo del regista più che di descrivere la forza del tifo e quello di far comprendere il mondo del tifo a chi non ne fa parte, un sforzo di avvicinamento e comprensione per questo sentimento così potente.

MRB.it Tag:
calcio
film
recensione dei film
febbre a 90°
hornby