Occhi puntati su Inter-Juventus, Andreazzoli e Giampaolo si giocano la panchina
SERIE A | Il match clou della settima giornata è il derby d'Italia, ma il sabato può riservare sorprese
Serie A Tutte le News
Calcio Tutte le News
Redazione MRB.it | 5 Ottobre 2019 - 13:53
Tempo di lettura: 1 minuto e 59 secondi
È la settima giornata di Serie A, quella che potrebbe dare i primi verdetti o indirizzare lo scudetto verso una città o l'altra. I riflettori saranno puntati principalmente su Inter-Juventus: prima contro seconda, una sfida ancora più importante della storica rivalità tra nerazzurri e bianconeri quest'anno. Anche e soprattutto per la distanza tecnica che si è notevolmente ridotta per merito di uno juventino di ferro alla guida dell'Inter, quell'Antonio Conte pronto a fare uno sgarbo ai colori che ha rappresentato da capitano. C'è pretattica da una parte e dall'altra, soprattutto per chi deve affiancare gli attaccanti principi della sfida, Lukaku e Cristiano Ronaldo: Martinez o Politano, Higuain o Dybala? Solo domenica sera lo sapremo.

Qualche ora prima, però, potrebbe verificarsi il primo esonero della stagione perché il terzo anticipo del sabato vede affrontarsi a Marassi due allenatori in bilico: Andreazzoli del Genoa e Giampaolo del Milan, sui quali pende l'ombra di Gattuso. È anche il primo ritorno di Piatek a Genova da ex, lui che saltò il match a gennaio proprio in procinto di trasferirsi a Milano.
Le altre due gare degli anticipi sono importanti per la zona retrocessione: a Ferrara il derby emiliano Spal-Parma alle 15 e Verona-Sampdoria alle 18, sfida tra due squadre che complessivamente hanno raccolto 5 punti nelle ultime 4 giornate.

La Fiorentina di Montella che cerca la terza vittoria consecutiva contro l'Udinese apre la domenica, poi Atalanta-Lecce in cui dovrebbe partire titolare il grande ex Muriel, Roma-Cagliari con i giallorossi in emergenza a centrocampo e soprattutto Bologna-Lazio, la partita di Mihajlovic che accomuna rossoblù e biancocelesti in un pellegrinaggio a San Luca per stare vicini all'allenatore serbo.
E poi l'asse Torino-Milano che potrebbe cambiare le prime posizioni della classifica: il Napoli all'Olimpico contro i granata riparte con Insigne titolare dopo la tribuna di Genk e la strana coppia Manolas-Luperto in difesa. Si chiude con il derby d'Italia a San Siro, mentre purtroppo per la morte di Giorgio Squinzi è stata ufficialmente rinviata al 18 dicembre Brescia-Sassuolo, inizialmente in programma il venerdì.

Brescia-Sassuolo (rinviata)
Spal-Parma
Verona-Sampdoria
Genoa-Milan
Fiorentina-Udinese
Atalanta-Lecce
Bologna-Lazio
Roma-Cagliari
Torino-Napoli
Inter-Juventus

E riepiloghiamo la classifica

Inter 18
Juventus 16
Atalanta 13
Napoli 12
Roma 11
Lazio 10
Cagliari 10
Parma 9
Torino 9
Fiorentina 8
Bologna 8
Udinese 7
Sassuolo 6
Verona 6
Brescia 6
Milan 6
Lecce 6
Genoa 5
Spal 3
Sampdoria 3
MRB.it Tag:
serie a
inter
juventus
lukaku
cristiano ronaldo
genoa
milan
andreazzoli
giampaolo