Caos in casa Foggia
SERIE D | Mancini si è dimesso e un mercato ancora da ultimare
Serie D Tutte le News
Calcio Tutte le News
Redazione MRB.it | 7 Settembre 2019 - 08:07
Senza dubbio ha regnato il caos in casa Foggia in questo primo mese e mezzo. E il problema non è la sconfitta contro il Fasano, che ci può stare, perché le partite vanno giocate e non bastano i nomi o il blasone. Poi perché il Fasano è una signora squadra e non di certo l'ultima arrivata. Il punto non è questo. E non è nemmeno la vittoria sofferta e striminzita in Coppa Italia, grazie ad un lampo di Iadaresta. Il punto è proprio il Foggia.

Allenatore. I primi malumori già dopo l'esordio in campionato. Amantino Mancini non sarà il miglior allenatore della storia, ma ha esperienza tale da capire e gestire i momenti. E le sue dimissioni, irrevocabili nonostante un incontro nella giornata di lunedì, hanno messo a nudo il caos rossonero. Alla base le incomprensioni con il direttore generale Ninni Corda, che poi è diventato il sostituto naturale di Mancini, ammesso che non lo sia stato già in precedenza. Perché il dirigente sardo vanta un'ottima esperienza seduto in panchina tra le giovanili del Cagliari, poi Tempio, Como, Alghero, Tavolara, Savona e Barletta. Corda che aveva respinto ai mittenti le insinuazioni sulle sue interferenze tecniche a Como lo scorso anno (allenatore Banchini) e appunto Foggia. Anche perché Mancini, nel post di saluto pubblicato sui social, è stato chiaro: "La situazione attuale non mi permette di mettere in pratica la mia idea di calcio e mi porta a prendere questa scelta, molto sofferta, dovuta a punti di vista differenti con la dirigenza..." . Contro l'Agropoli l'esordio di Corda, che dovrebbe restare l'allenatore anche dopo la seconda giornata, nonostante i primi nomi circolati. Il che non sarebbe male, vista l'esperienza del nuorese. Bastava farlo prima. E magari rispondere a chiamate e messaggi dei redattori di TuttoserieD.com

Mercato. Il Foggia ha nomi importanti. Fumagalli, Gemmi, Gentile, Russo, Iadaresta, solo per citarne alcuni. Manca probabilmente un rinforzo per reparto. L'addio di Gallon, ad esempio, non è stato spiegato a dovere. Voluto fortemente da Corda, sardo come l'attaccante oggi al Licata Calcio, ha rescisso a sorpresa dopo una settimana. I rossoneri cercheranno di fare ancora qualcosa per rinforzare la rosa nel girone più complicato ed equilibrato di tutta la serie D.

Tifosi. Eccolo il punto a favore. La prima allo Zaccheria contro l'Agropoli darà ulteriore conferma dell'amore e del sostegno del popolo foggiano alla squadra. E' chiaro che anche i tifosi hanno bisogno di certezze. Perché loro no, e non abbiamo dubbi, non hanno dimenticato l'estate d'inferno, tra retrocessione e mancata iscrizione in serie C. Serve stabilità e serenità...soprattutto per loro.
Fonte: TuttoSerieD.com
MRB.it Tag:
serie d girone h
serie d
lnd
lega dilettanti
foggia