Le avversarie del Taranto: Gladiator, Agropoli e Gelbison
SERIE D GIRONE H | Conosciamo meglio le avversarie dei rossoblù nel campionato 2019/2020
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Giuseppe Ferazzoli, nuovo allenatore dell'Agropoli
Armando Torro | 27 Agosto 2019 - 18:15
Diciassette squadre, diciassette "ostacoli" che separano il Taranto dall'ambito traguardo della promozione in Lega Pro. Ci sono super corazzate, nobili decadute, mine vaganti ed esordienti cariche, il Taranto dovrà sudare parecchio in questo campionato di D che si preannuncia uno dei più competitivi di sempre.
Prima dell'inizio del campionato conosceremo le diciassette compagini del Girone H, imparando la loro storia, le loro mosse di mercato e i loro obiettivi.

GLADIATOR
I nerazzurri di Santa Maria Capua Vetere sono tornati in Serie D dopo 3 anni dal fallimento, grazie al raggiungimento dei playoff nazionali che ha consentito di ottenere i punti necessari in graduatoria per il ripescaggio. L’obiettivo dichiarato è “ben figurare, dare sempre il massimo in campo”, come fa notare l’addetto stampa Domenico Vastante, quello non dichiarato è centrare la salvezza il prima possibile. Magari è più semplice farlo con chi conosce la piazza, cioè Pasquale Borrelli che nella gloriosa stagione 2012/2013 (quella delle 18 partite da imbattuti, l’unica in Europa allora) era il capitano della squadra e oggi torna come allenatore. Anche per questo c’è grande entusiasmo tra i sammaritani, che stanno rispondendo positivamente alla campagna abbonamenti. Quanto al mercato “rispetto alla scorsa stagione sono stati confermati diversi under più Gennaro Zagari, un 2001 che l’anno scorso ha fatto il terzo portiere del Benevento in B”. Inoltre sono interessanti gli acquisti di Antonio Del Sorbo (ex Savoia, ma esperienza in C con la Lupa Roma) e Dembel Sarr dal Portici, oltre al ritorno in Campania di Maurizio Maraucci. Non spaventano i 4175 km complessivi per le trasferte, quello che conta è che “chiunque indossi la maglia nerazzurra del Gladiator lo faccia sapendo di giocare per una squadra e una città importante”, conclude Vastante.

AGROPOLI
È passata una settimana dall’ufficializzazione del nuovo presidente Francesco Bisogno, succeduto a Domenico Cerruti che è rimasto per 9 anni al vertice, sotto la regia dell’ex numero uno dell’Avellino, Walter Taccone. Il riordino societario e la domanda accettata di ripescaggio hanno fatto slittare la preparazione e il ritiro a Serino, ma il calciomercato è stato all’insegna dell’esperienza per centrare l’obiettivo salvezza. “Ci può essere molto utile Idrissa Camara, che ha giocato con Avellino e Varese negli anni scorsi, e soprattutto Abdoluie Dampha. Contro la Gelbison ha fatto un partitone, il nostro sindaco lo ha paragonato a Kanté”, ci dice orgoglioso Bruno Marinelli, collaboratore dell’ufficio stampa dei campani. Tra i nuovi acquisti anche Vincenzo Agate e Raimondo Bonfini che hanno giocato diverse partite in categoria e anche in C. Ma il “nome” è quello di Giuseppe Ferazzoli, già vice di Delneri all’Udinese: “Lui ha idee chiare su come giocare. Cioè recupero del pallone, aggressività a centrocampo e ripartenze”. Il calendario prevede tre impegni importanti nelle prime tre giornate di campionato: “Col Sorrento sarà già uno scontro diretto, poi sarà emozionante andare allo Zaccheria e giocare contro il Foggia che farà un campionato di vertice e chiuderemo il trittico con l’Altamura. Diciamo che 4 punti su 9 andrebbero bene per il nostro obiettivo”, prevede Marinelli.

GELBISON
Da due squadre neopromosse a una che ha rischiato di retrocedere in Eccellenza nell’ultimo campionato. La Gelbison si appresta a iniziare la nona stagione consecutiva in Serie D, possibilmente con meno affanni a maggio. Anche a Vallo della Lucania hanno cambiato vertici societari e il presidente Maurizio Puglisi vuole creare un gruppo coeso, una organizzazione a livello dei professionisti. Il mercato non è ancora finito: “Siamo in fase di allestimento, ma manca ancora poco. Abbiamo preso Ousmane Diop che due stagioni fa ha vinto da protagonista il campionato di Serie D col Potenza, lui ci può dare una grossa mano per la salvezza”, ha risposto l’addetto stampa Alessio Mautone che ha allo stesso tempo confermato l’obiettivo rossoblù. Le concorrenti? Mautone indica Agropoli, Gladiator e Grumentum. Rimarrebbe l’incognita Alessio Martino, al primo anno da allenatore in Serie D: “Il mister è alla prima esperienza in questa categoria, è vero. Ma è molto preparato e sta lavorando e troverà il modo di far divertire i tifosi”, assicura Mautone.
MRB.it Tag:
serie d
agropoli
gelbison
gladiator
lnd
taranto fc