Le avversarie del Taranto: Gravina e Altamura
SERIE D GIRONE H | Conosciamo meglio le avversarie dei rossoblu nel campionato 2019/2020
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Mbida, mediano di qualità del Gravina
Emiliano Fraccica | 22 Agosto 2019 - 10:45
Diciassette squadre, diciassette "ostacoli" che separano il Taranto dall'ambito traguardo della promozione in Lega Pro. Ci sono super corazzate, nobili decadute, mine vaganti ed esordienti cariche, il Taranto dovrà sudare parecchio in questo campionato di D che si preannuncia uno dei più competitivi di sempre.
Prima dell'inizio del campionato conosceremo le diciassette compagini del Girone H, imparando la loro storia, le loro mosse di mercato e i loro obiettivi.

GRAVINA 

Negli occhi abbiamo ancora il loro splendido girone di ritorno nella stagione passata, e merito di questa cavalcata va dato anche a mister Loseto. "Gravina è una società giovane - spiega Loseto - nata 7 anni fa raccogliendo il titolo del Gioia, squadra di promozione. Il primo anno abbiamo sfiorato i playoff, nel secondo anno abbiamo vinto praticamente tutto, compresa la supercoppa con l'Otranto, e siamo stati protagonisti anche l'anno seguente in Eccellenza. Siamo al quarto anno consecutivo di Serie D, e abbiamo allestito una compagine che possa ben figurare e salvarsi quanto prima, soprattutto in un Girone H difficilissimo come quello di quest'anno. Il mercato è stato portato avanti con molta ponderazione, non abbiamo le grandi disponibilità degli altri anni, ma abbiamo lo stesso cercato giocatori che si potessero adattare alle mie idee di gioco, e soprattutto che avessero anche molte qualità morali: in questa direzione abbiamo preso D'Angelo, Silletti, Ficara, Prosi, Bozzi, Gogovski, giocatori che possono aggiungere qualità per affiancare tutti i riconfermati, come Romeo, Mbida, Chiaradia e Santoro. Il mercato credo possa riservare qualche sorpresa da qui alla fine, soprattutto nel parco under, per avere ancora più soluzioni. Arriveremo pronti e carichi alla prima contro il Nardò". 

TEAM ALTAMURA 
"Altamura è rinata calcisticamente parlando nel 2015 - afferma con sicurezza Michele Calia, presidente della Team Altamura - dopo più di 15 anni di buio dopo i favolosi anni '90 della C2. Questa società si è costituita nel 2013, ha fatto due anni di Eccellenza, poi tre anni fa ha raggiunto la promozione in D tramite playoff, e questo sarà il terzo anno consecutivo in questa categoria. Mercato? Sono arrivati Guadalupi, che è una piacevolissima conferma della scorsa stagione, Dorato, attaccante ex Matelica, squadra con cui ha vinto la Coppa Italia di Serie D, Spinola, altro attaccante preso dal Torres, Wagner, jolly di centrocampo tedesco-brasiliano che ha fatto la C a Foggia, e le giovanili con l'Inter, Cela, centrocampista albanese di grande prospettiva, Pollidori, difensore ex Cerignola, Chiochia, sempre nel reparto arretrato, proveniente dalla Gelbison. Inoltre ci sono state le gradite conferme di Casiello e Tedesco. In questa stagione puntiamo a fare bene, vorremmo arrivare in una fascia di classifica medio-alta, per stare subito dietro alle big, consci del fatto che dobbiamo fare molto meglio dell'anno passato". 





MRB.it Tag:
serie d
girone h
lnd
taranto fc