Giove, 'Debito? Colpa di chi mi ha preceduto'
TARANTO FC | Il presidente del club ionico dopo l'approvazione del bilancio
Taranto Fc Tutte le News
Calcio Tutte le News
Massimo Giove, presidente del Taranto - foto Luca Barone
Emiliano Fraccica | 15 Luglio 2019 - 11:35
Giove tranquillizza tutti. Il debito e la diminuzione del capitale sociale ci sono, inutile nasconderlo, ma non sono dati allarmanti. In più il massimo dirigente rossoblu imputa alle precedenti gestioni la massa debitoria che oggi si trova ad affrontare. 
"Non faccio mistero che il capitale sociale, relativamente alla stagione 2017-18, sia diminuito -
afferma il presidente Massimo Giove alla Gazzetta del Mezzogiorno - ma la cifra che abbiamo al momento permette di sostenere quella che è la nostra programmazione. Non ci dev'essere nessun allarmismo. Ci tengo a sottolineare che si tratta dell'approvazione del bilancio della stagione 2017-18, ossia quella caratterizzata dal mio avvento nel mese di novembre. Pertanto, il passivo è interamente da associare alla gestione di chi mi ha preceduto. Il passivo quindi è stato accumulato nei mesi precedenti ed è relativo alla pianificazione dei precedenti gestori. Posso affermare che quel 'rosso' è figlio prevalentemente delle questioni legate al ripescaggio in C e alla retrocessione in D. Nel semestre successivo, ove si può parlare di 'gestione Giove', si registra addirittura un attivo, sebbene minimo. Il trend, posso già affermare, per quanto riguarda la stagione seguente, ossia la 2018-19, vede i bilanci sostanzialmente in equilibrio, senza grandi perdite o grandi attivi".

Questione debito con l'erario, il presidente si difende così: "Anche in questo caso si tratta di passivi accumulati prima della mia gestione. Tuttavia ho già incaricato dei professionisti affinché si trovi la soluzione per abbattere quanto prima il debito, nell'ottica di una politica economica che, mi permetto di dire, procede come mi ero prefissato".
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno
MRB.it Tag:
serie d
massimo giove
taranto fc