Binda, 'Ripescaggi e riammissioni, ecco cosa accadrà'
SERIE C | Intervento del giornalista della Gazzetta dello Sport
Serie C Tutte le News
Calcio Tutte le News
Redazione MRB.it | 25 Giugno 2019 - 14:41
Il noto giornalista sportivo Nicola Binda è stato intervistato da dodicesimouomo.it in merito alla questione dei ripescaggi e delle riammissioni.

Signor Binda, ci aiuti a fare un po' di chiarezza sulla situazione riguardo alle iscrizioni. Possiamo considerare fuori ufficialmente 6 squadre?
Dobbiamo considerare per il momento tre squadre fuori, Albissola, Siracusa e Lucchese, che non hanno presentato domanda.
Palermo, Foggia e Arzachena ancora no, bisogna aspettare il parere della Covisoc, anche se l'Arzachena ha presentato solo la domanda senza versamento e fideiussione, il Foggia ha un debito con la Federazione non ripianato, il Palermo ha presentato tramite pec, circostanza non consentita, alle 23:44 di ieri una fideiussione senza firme, quindi non valida.

Queste ultime tre società citate avranno la possibilità di integrare la documentazione nei prossimi giorni?
Non è possibile integrare la documentazione, quindi gli Organi competenti dovranno valutare il materiale consegnato entro ieri.

Perfetto, appurato quindi che i posti disponibili siano sei ad oggi, come si procederà in sede di riammissione e ripescaggi?
La riammissione riguarda solo le società di C retrocesse con i requisiti a posto. Le riammissioni avranno la precedenza, in ordine di tre posti, visto che tre sono le società che non hanno presentato domanda. Poi si passerà ai ripescaggi. Quindi i primi tre posti andranno nell'ordine a Virtus Verona, Fano, Bisceglie e, se una di queste dovesse rinunciare, toccherebbe alla Paganese.

Quali sono i requisiti che devono rispettare queste squadre per essere riammesse?
Gli stessi di una squadra avente diritto, quindi uno stadio a norma, anche in altra sede va bene.

A proposito di stadio a norma, ieri è uscita la notizia di problemi a Cerignola con i lavori allo stadio. Ci può confermare questa notizia?
È una notizia che confermo, ci sarebbero dei lavori da effettuare allo stadio di Cerignola che non sarebbe possibile effettuare entro il 5 luglio. La Federazione è impegnata in questi giorni a contattare quelle società che hanno manifestato la volontà di accedere al ripescaggio per capire chi può adempiere completamente ai requisiti richiesti.

Quindi possiamo intuire che la stessa telefonata sia arrivata anche alla società del Taranto…
Sicuramente, il Taranto sarà stato contattato come successo alle altre società. Ora bisognerà capire quanti posti saranno disponibili e chi farà realmente domanda.

Secondo le sue informazioni, ad oggi quali sono le società che sarebbero intenzionate a fare domanda?
Scalando la graduatoria e considerato il problema di Cerignola, il Modena è sicuramente una società che farà domanda e ha i requisiti a posto, poi c'è la Pro Sesto che ha lo stadio ma ad oggi non sembra intenzionata a fare domanda, a seguire il Taranto che mi risulta sia davanti alla Reggiana.

Quindi il Taranto è ripescabile, la famosa regola dei cinque anni non è più ostativa?
Il Taranto è ripescabile, la regola dei cinque anni non è per quanto ne sappia ostativa. Bisognerà capire cosa vorrà fare la società, che dovrà presentare l'assegno a fondo perduto e una doppia fideiussione.

La società rossoblu ha sempre dichiarato che avrebbe comunque fatto domanda se ci fosse stata la possibilità.
Non conosco i passi fatti dal Taranto per quanto riguarda il ripescaggio. Chi chiede il ripescaggio si fa un calcolo economico che mette in conto la possibilità di spendere comunque moltissimi soldi senza avere Ia certezza di vincere il campionato di serie D.

Ad oggi quante possibilità darebbe al Taranto in percentuale di essere ripescato?
Tutto dipende da cosa faranno le società che sono davanti in graduatoria, ci sarà tempo fino al 5 luglio per cui c'è spazio per ripensamenti o aggiustamenti.
Direi comunque un 50%.

Un'ultima domanda sul caso Picerno-Bitonto. C'è un'inchiesta in corso da parte della Guardia di Finanza su una presunta combine che riguarda diversi tesserati del Bitonto. C'è la possibilità che la Federazione intervenga per un'indagine interna?
La Federazione attualmente non può far nulla. Dovrà attendere il completamento delle indagini da parte degli organi inquirenti e successivamente agire in sede sportiva sulla base delle conclusioni da essi raggiunte. Non ci saranno al momento ripercussioni sull'iscrizione di questi due club ai campionati.
Fonte: dodicesimouomo.it
MRB.it Tag:
taranto fc
ripescaggi
riammissioni
gazzetta
binda