Marzella, 'Obiettivi raggiunti. Futuro? Rinforzare l'attuale rosa'
ITALCAVE STATTE | Il bilancio di fine stagione di Tony Marzella
  • Comunicato Stampa
  • 15 Maggio 2019 - 13:40
 
Tony Marzella
Bilancio e ripartenza: questi erano i primi appunti sul taccuino di Tony Marzella post quarti di finale scudetto. L'Italcave Real Statte non perde tempo e inizia da subito il lavoro per l'annata 2019/2020, quella dei 25 anni di vita del club. Il trainer ionico traccia innanzitutto un bilancio sulla stagione appena conclusa.

"Abbiamo lavorato, come nostra consuetudine, su degli inserimenti mirati per dare seguito al primo anno del nuovo progetto. Innesti che si sono ben presto amalgamati alla rosa della passata stagione e i risultati sono stati evidenti. Siamo riusciti, sin dalla prima gara di campionato, a vincere e far bene, continuando in questo modo per l'intero girone d'andata. Abbiamo condiviso il primato per diverse giornate col Kick Off per arrivare al giro di boa in seconda posizione alle spalle delle meneghine".

Ma proprio quando tutto sembrava giocare a favore delle rossoblù, una serie di gravi infortuni ha inficiato la crescita nella seconda parte della stagione. Al tempo stesso è stato il gruppo ha uscire alla distanza.

"Se nelle prime gare siamo stati per tanti una sorpresa, dopo 20 match siamo diventati certezza e, per gli addetti ai lavori, eravamo la rivelazione del campionato. Purtroppo abbiamo patito delle defezioni per via dei gravi infortuni che hanno tenuto lontano dal rettangolo di gioco 3 atlete importanti. A queste si aggiungeva, a rotazione, un quarto ko che riduceva la rosa ai minimi termini in un campionato duro, difficile e lungo dove la rotazione delle giocatrici ha un ruolo determinante. Brave le ragazze a non arrendersi e far quadrato. Non era scontato arrivare al finale di stagione con la squadra ai playoff scudetto in una posizione migliore rispetto all'anno passato. Ma, rimboccandoci le maniche, siamo rimasti nella parte alta della classifica e ci siamo giocati entrambi i match di playoff al massimo delle nostre potenzialità del momento".

Marzella preferisce rimarcare il ruolo del leader storico delle rossoblù. "La cosa che più mi ha colpito è stato proprio lo spirito di attaccamento alla maglia e la voglia di far gruppo nei momenti meno felici, dimostrando quello che è il Dna dell'Italcave Real Statte: un unico leader, la nostra squadra. Non posso che ringraziare tutte le giocatrici per la loro disponibilità e professionalità come l'intero staff tecnico, medico e dirigenziale che non ha mai fatto mancare il suo supporto e, tutti insieme, siamo stati compatti sino alla sirena finale. Non da ultimo un ringraziamento a tutti i nostri partners commerciali, che definirei amici. Menzione particolare per il main sponsor, Italcave, che ancora una volta ci ha dato la possibilità di disputare alla grande questo campionato di Serie A".

Nella passata stagione era iniziato un progetto nel progetto. Quello madre, iniziato 25 anni fa, assieme al rinnovamento, doveroso per un club ambizioso come vuol essere quello dell'Italcave Real Statte. "Ricordiamo che stiamo parlando di una squadra da sempre ai vertici del futsal italiano, con l'obiettivo di progettare guardando al futuro. Lo dimostra il fatto che abbiamo in squadra tante giovani ragazze, gran parte cresciute nel nostro vivaio. Proprio per questo esser tornati a vincere il titolo del campionato giovanile con tutte nuove ragazze d'età media ben inferiore ai 18 anni lascia ben sperare. Tornando alla prima squadra, il progetto a medio termine vorrei che continuasse con basi ancor più solide. Obiettivo? Inserire nell'attuale organico qualche elemento dall'alto tasso tecnico perché, in questo modo, possiamo competere per la conquista di un titolo". Ma sul mercato, Marzella non si sbilancia. "Al momento posso dire che ci stiamo muovendo però, per rispetto e correttezza, bisogna attendere il termine dei playoff per concretizzare le operazioni". Quello che andrà ad iniziare a breve sarà la stagione che battezzerà il primo quarto di secolo di vita dell'Italcave Real Statte. "Diventare il club più titolato d'Italia non è stato semplice, ancor più difficile raggiungere il 25mo anno d'età ed essere il club più longevo nel futsal femminile. Un quarto di secolo in cui questa disciplina è cambiata tantissimo, sotto il profilo tecnico, organizzativo, societario ed economico. Nonostante ciò possiamo dire che in questi anni abbiamo scritto la storia del futsal in rosa, siamo ai vertici e sarebbe bello tornare a conquistare un trofeo. Per fare questo serve progettualità, serietà e il fondamentale supporto economico. Mi piace ricordare che parallelamente al binario sportivo, viaggia il convoglio legato al sociale, aspetto per certi versi primario della nostra associazione".

Ci sarà una festa per i 25 anni dell'Italcave Real Statte? "Sono in cantiere una serie di eventi - conclude Marzella -. Sicuramente torneremo nuovamente nelle scuole per raccontare questo bel traguardo raggiunto. Saremo ancora partecipi nel sociale e ci sarà una sorpresa finale che sveleremo in seguito".
MRB.it Tag:
real statte
calcio a 5
tony marzella