Conosciamo i nostri avversari: ecco l'Altamura di Dibenedetto
VERSO TARANTO-TEAM ALTAMURA | I biancorossi si schiereranno con un probabile

  • Emiliano Fraccica
  • 15 Marzo 2019 - 00:21
 
Nicola Dibenedetto, granitico centrale difensivo dell'Altamura - foto Luca Barone
Il derby di domenica può significare molto per entrambe le squadre: il Taranto di Panarelli ha bisogno di ripartire dopo il brusco stop nell'ultima giornata contro il Gravina, e vuole assolutamente cercare di colmare il gap che lo separa dal Picerno; l'Altamura invece è in piena lotta playoff, due settimane fa ha battuto il Bitonto in un importantissimo spareggio, e adesso solo un punto divide i murgiani dal quinto posto (occupato dalla Fidelis Andria). 

Sulla panchina non c'è più l'ex Ciccio Cozza, bensì Leo Dibenedetto. Il giovane tecnico biancorosso ha già traghettato l'Altamura nel girone d'andata, sedendo in panchina per due giornate e ottenendo 4 punti (ricordiamo il suo esordio, il 2-2 proprio contro gli ionici), poi la vittoria contro i neroverdi di Pizzulli. 

Allo Iacovone l'Altamura ci arriverà con la rosa pressoché al completo, gli unici dubbi risiedono sulle condizioni di Montemurro, ma nulla di preoccupante.

Squadra che vince non si cambia, e quindi, al netto di qualche cambio tattico, gli undici che Dibenedetto manderà in campo sono i seguenti: (3-5-2), Volzone (U); Dibenedetto, Caldore, Cucinotti (U); Vaccaro (U), Catinali, Guadalupi, Ziello (U), Clemente (U); Palazzo, Tedesco. 

I precedenti allo Iacovone sono favorevoli al Taranto: su 7 incontri sono ben 6 le vittorie di marca rossoblu, e un solo pareggio. Nella stagione 1994/95 arriva il successo più rotondo degli ionici, che rifilano all'Altamura un sonoro 5 a 0. Dopo il gol di Cipriani al 4' ci sarà il "Sossio Aruta show": il bomber segnerà infatti ben 4 reti, al 41', al 47', al 76' e al 79'. Quella stagione vedrà il Taranti tornare tra i professionisti grazie alla promozione in Serie C2.
MRB.it Tag:
serie d
taranto-team altamura
team altamura