Fistetto, 'Si tratta di una situazione paradossale, crediamo nell'Appello'
TARANTO FC | In conferenza stampa anche il legale che ha seguito il Taranto in questa vicenda
  • Redazione MRB.it
  • 22 Febbraio 2019 - 17:53
 
"Dopo i noti fatti in cui sono stati coinvolti i tre calciatori" - ha esordito l'avvocato Fabio Fistetto, legale del Taranto Fc - "la società dell'epoca non riuscì a far tornare i tre calciatori che risolsero il contratto con la loro casa dicendo che non avrebbero più messo piede in questa città. La società ritenne doveroso avviare dei contenziosi, in cui le parti, società da una parte e calciatori dall'altra, chiedevano dei danni".

"Si arriva alla fase di ammissione per il campionato 2017/2018" - aggiunge l'avvocato - "solamente per quelle società che provenivano dal settore professionistico, veniva chiesto un adempimento in più e cioè degli atti che dimostrassero il pagamento di tutte le mensilità dei propri calciatori. La società presentò gli atti per tutti i suoi calciatori, aggiungendo che per quei tre erano in corso dei contenziosi. La Covisoc il 2 Ottobre 2017 conferma che la posizione del Taranto era effettivamente regolare".

"Si va avanti con questi contenziosi" - prosegue Fistetto - "Giove acquista la società e i lodi arbitrali giungono a sentenza. Il Taranto paga gli stipendi arretrati relativi ai mesi di Marzo, Aprile e Maggio e non è condannata a pagare i danni richiesti dai tre tesserat . Poi arriva la richiesta degli stipendi di Giugno 2017 e il presidente Giove provvede a pagarli il 4 Giugno 2018".

L'avvocato conclude, "riteniamo che ci siano spazi per impugnare questo provvedimento visto che si tratta di una situazione paradossale. Crediamo nell'appello e sono anche favorevole ad integrare il nostro collegio difensivo così come voluto dalla società. La sentenza è illeggittima e dovrebbe essere riformata".
MRB.it Tag:
taranto fc
serie d
fabio fistetto