Attenti a quei due: Cristaldi e Bortoletti
FIDELIS ANDRIA-TARANTO -5 | Mancano cinque giorni alla sfida del 'Degli Ulivi'

  • Emiliano Fraccica
  • 12 Febbraio 2019 - 18:58
 
Mirko Bortoletti - foto Luca Barone
Mancano solo cinque giorni al derby pugliese fra Andria e Taranto, ma già sappiamo che non sarà una partita come le altre: il botta e risposta fra società, tifosi di casa che caricano l'ambiente, trasferta vietata ai rossoblu. La squadra di mister Potenza viene da una sconfitta immeritata a Picerno, i federiciani avrebbero forse meritato un pari, ma sono comunque lì al quarto posto, a lottare per conquistare i playoff. L'undici biancazzurro non è solo una squadra rodata e ben messa in campo, si compone anche di individualità di spicco, alle quali mister Panarelli e co. dovranno stare attenti per tutti i 90 minuti. Eccone due che potranno dare filo da torcere agli ionici:

MATIAS CRISTALDI VALBUENA
L'attaccante argentino, nato a Tres Arroyos il 10 maggio 1994, è stato uno dei protagonisti della vittoriosa trasferta di Taranto del girone d'andata. Dopo gli albori trascorsi al Racing Club il talento albiceleste sbarca in Italia, dove gioca con le maglie di Akragas, Grosseto, Vultur Rionero, Vastese ed Ercolanese. Dall'agosto del 2018 ha sposato il progetto Fidelis Andria, e finora sta dando una grande mano ai biancazzurri: in 19 presenze in campionato, di cui 17 da titolare, è andato in rete 7 volte. Dotato tecnicamente e con un dribbling fulmineo sa essere l'incubo delle difese, giocando spesso sulla profondità e tagliando alle spalle delle retroguardie avversarie.

PUNTO DI FORZA: La velocità, è molto bravo nel doppiare i rivali in campo grazie a una poderosa falcata.
PUNTO DEBOLE: Continuità, si accende spesso, ma in altre partite si isola dal gioco, quasi scomparendo.

MIRKO BORTOLETTI
Un under di sicura prospettiva, tant'è che nella scorsa stagione giocava nel Torino. Il centrocampista nato a Milano il 19 novembre del 1998 vanta 22 presenze in campionato, tutte da titolare, condite anche da 3 reti. Sa unire spirito di sacrificio a giocate intelligenti, lui è naturalmente una mezzala destra abile negli inserimenti e nel portare palla. Approdato alla corte di mister Potenza nell'agosto del 2018 si è subito saputo ritagliare un suo spazio, dimostrando di avere personalità da vendere.

PUNTO DI FORZA: Rapidità di pensiero, sa sempre cosa fare col pallone
PUNTO DEBOLE: Ansia da prestazione, spesso al cospetto di grandi squadre va in fibrillazione, commettendo più errori del previsto.
MRB.it Tag:
fidelis andria-taranto
fidelis andria
serie d