Attenti a quei due: l'ex Francesco Alvino e Ciro Poziello
TARANTO-SAVOIA -4 | Mancano quattro giorni alla sfida dello 'Iacovone'

  • Emiliano Fraccica
  • 06 Febbraio 2019 - 19:17
 
Francesco Alvino - foto Luca Barone
Mancano solo quattro giorni al match dello Iacovone e già gli animi si surriscaldano. I biancoscudati di Campilongo sono in palla, non perdono da sei partite e verranno in riva allo Ionio con l'obiettivo di confermarsi nella zona playoff.
Il Savoia non è solo un buon organico, ha anche singoli di qualità, e mister Panarelli dovrà ben allertare i suoi a tenere d'occhio gli avversari di spessore. Di seguito ecco due giocatori del team di Torre Annunziata ai quali i rossoblu dovranno stare particolarmente attenti:

FRANCESCO ALVINO
L'ala destra del Savoia è uno dei temibili. Nato a Maddaloni il 28 agosto 1989, il laterale ha avuto una carriera di tutto rispetto, avendo vestito, tra le altre, le maglie di Ischia, Marcianise, Ancona, Casertana, ed essendosi ritagliato anche un annetto scarso di militanza nelle fila del Taranto. In questa stagione con i campani sono 24 le presenze, di cui 2 in Coppa Italia. In campionato sono 20 i match giocati, 19 da titolare e solo uno da subentrante, conditi da 3 gol. Non è il classico goleador, la sua prerogativa è quella di far salire la squadra e provare la giocata per dare superiorità numerica. Bravo tecnicamente e nell'uno vs uno, potrebbe creare dei problemi a Ferrara, o chi per lui.
PUNTO DI FORZA: Attacca la profondità e si inserisce alle spalle dei difensori.
PUNTO DEBOLE: Spesso si incaponisce nel dribbling, finendo col perdere palla.

CIRO POZIELLO
Il granitico difensore centrale al servizio di Campilongo, nato a Mugnano di Napoli il 28 aprile del 1990, è praticamente quasi un insostituibile: su 21 presenze in campionato è partito sempre da titolare, terminando 19 volte i 90'. Arrivato al Savoia nel luglio dello scorso anno, Poziello ha trascorso quasi interamente la sua carriera in terra campana (Herculaneum, Frattese, Granata, Aversa Normanna, Bacoli Sibilla), con brevi parentesi nel Lazio con l'Isola Liri e in Molise al Termoli. Posato ed elegante, cerca di intervenire sempre sul pallone (è stato ammonito "solo" 5 volte) e anticipa spesso le intenzioni avversarie.
PUNTO DI FORZA: Correttezza, non si fa mai trascinare dagli eventi in partita
PUNTO DEBOLE: Tempismo, alcune volte i suoi anticipi vanno a vuoto
MRB.it Tag:
taranto-savoia
savoia
serie d
francesco alvino
ciro poziello