Cus Jonico al derby contro Castellaneta con un'arma in più
VBC-CUS JONICO | Schiano, 'Voglio essere subito utile alla causa rossoblù'
Cus Jonico Taranto Tutte le News
Basket Tutte le News
Luca Schiano
Comunicato Stampa | 19 Gennaio 2019 - 12:50
C’è una novità nel Cus Jonico Basket Taranto che conta le ore che lo separano dal derby con la Rospetto Valentino Basket Castellaneta per la 14° giornata (terza di ritorno) del campionato di serie C Gold. La società del presidente Cosenza ha tesserato l’ala Luca Schiano che sarà dunque a disposizione per il match del PalaTifo contro i tanti ex in tenuta biancorossa reduci peraltro da due vittorie di fila in questo inizio di 2019 al contrario dei rossoblu che hanno iniziato non bene l’anno perdendo a Lecce contro la capolista e la scorsa settimana contro Ruvo al Palafiom.

Spera di portare centimetri e non solo alla causa di coach Caricasole Luca Schiano (la società rossoblu ringrazia il procuratore del giocatore, Simone di Trani). Ala classe ’92 nativo di Orbetello, è cresciuto nell'Argentario Basket, squadra del suo paese (provincia di Grosseto), Schiano ha poi giocato nel settore giovanile della Don Bosco Livorno, società storica del basket italiano. Negli ultimi anni Luca ha alternato stagioni in Serie C (Bottegone, ancora Livorno), in Serie B (Cecina, Pavia). Nel 2014/15, agli ordini di coach Russo a Martina Franca una delle sue stagioni migliori. Per lui anche un’esperienza in A2 (Firenze); ha giocato a Ostuni lo scorso anno.
Conosciamolo meglio in questa intervista.

Cosa o chi ti ha portato a Taranto?
Ci tenevo a ringraziare innanzitutto il Cus Jonico nelle persone dei suoi dirigenti, il presidente Cosenza, il gm Conversano e il ds Appeso, ma anche e soprattutto i coach Caricasole e Carone per avermi voluto qui, per la fiducia che mi hanno dato. Mi sono sentito subito a casa sin dal primo giorno. Sono contento di questa nuova avventura, di questa opportunità che mi viene data dopo l’infortunio.

Che tipo di giocatore sei se ti dovessi descrivere?
Sono un’ala duttile che può giocare 3 o 4 cercando di dare il massimo per la squadra, in campo, in partita e in allenamento.

A Martina hai vissuto una delle tue stagioni migliori, quindi conosci un po' l'ambiente "pugliese"?
Sicuramente è stato il mio anno migliore e per questo spero di ripetermi, conosco questi palazzetti, questi campi, questi campionati perché l’anno scorso sono stato ad Ostuni dove tra l’altro ho giocato con Baraschi che qui ho ritrovato capitano.

Hai avuto modo di conoscere i tuoi compagni, che squadra è il Cus di adesso, pesano le due sconfitte nel nuovo anno?
Mi sto allenando da un po’ qui, le due sconfitte di questo 2019 fanno testo fino ad un certo punto perché Lecce, capolista, e Ruvo, sono due squadre molto ben attrezzate, questa settimana è stata importante per ricompattarci in vista del derby.

Il tuo battesimo avverrà nel derby di Castellaneta, come sta a livello di condizione e che tipo di partita sarà, se conosci qualcuno di loro? Il Palatifo è un parquet molto caldo, loro vengono da un buon momento, sarà una gara difficile per cui dovremmo saper soffrire tutti insieme, in difesa e muovere la palla veloce in attacco. Non è una gara impossibile da vincere.

Appuntamento quindi domenica 20 gennaio con palla a due alle ore 18:15 al PalaTifo di Castellaneta dove è stata indetta per l’occasione la "giornata PRO VBC", pertanto non saranno validi abbonamenti e accrediti. Arbitri del match Farina e Rodi, entrambi di Brindisi...
MRB.it Tag:
cus jonico taranto
basket