Ruvo sbanca il 'Palafiom', il Cus Jonico va ko in casa
CUS JONICO-RUVO 62-85 | I rossoblu perdono di netto contro la Talos dall'ex Laquintana
Cus Jonico Taranto Tutte le News
Basket Tutte le News
Comunicato Stampa | 13 Gennaio 2019 - 11:18
Non è sicuramente un buon inizio di 2019 per il Cus Jonico Basket Taranto che dopo Lecce perde la seconda partita del girone di ritorno. Al Palafiom, per la 13° di serie C Gold si impone la TecnoSwitch Ruvo che trascinata dall’ex rossoblu Laquintana autore di 34 punti si aggiudica il match per 85-62. Taranto, un po’ incerottata dopo qualche acciacco in settimana per Dusels e Giovara, parte male e va subito sotto anche di 20 a metà secondo quarto, poi reagisce a cavallo dell’intervallo rimontando fino al -9 ma non riesce mai a trovare quella continuità al tiro (anche un deludente 48% ai liberi) e al rimbalzo per tornare sotto ed alla fine cede di netto.

Coach Caricasole parte con Bitetti, Baraschi, Giovara, Simaitis e Dusels. Coach Patella risponde con Marchetti, Laquintana, Jovic, Bagdonavicius e Di Salvia.

Inizio freddo per entrambe le squadre, 3-3 dopo i primi possessi. Il primo squillo è di Di Salvia da per il 5-10, Giovara e Simaitis tengono botta nel punteggio, poi un’altra tripla di Laquintana per l’allungo ospite sul +6. Ruvo che qui piazza un break pesante con Bogdanovicius e soprattutto l’ex Laquintana che piazza un altro paio di triple che costringono coach Caricasole al time out sul 9-22. Marchetti con un gioco da tre punti completa il parziale di 10-0 poi Simaitis ferma la striscia ma è 11-25 alla prima sirena.

Non cambia il registro nel secondo quarto con Ruvo in controllo che arriva anche a +20 sempre sotto la spinta di Laquintana e compagnia. Sul 15-35 timido riscatto cussino con le triple di Simaitis e Dusels con Taranto che accorcia le distanza sul 22-37. È finalmente un buon momento per il Cus Jonico che torna sotto con Baraschi, Giovara e Martignago. Ruvo segna solo dalla lunetta con Luzza e quando Simaitis realizza l’ultimo canestro prima dell’intervallo il punteggio recita 30-39.

Laquintana riscalda la mano negli spogliatoi e infila la tripla del 32-46 in avvio di terzo quarto. Ruvo torna in fiducia, quella che torna a mancare a Taranto. Un paio di canestri di Jovic per il +18 ruvese. Simaitis, Dusels e Pannella tengono in vita i rossoblu che restano a -15. Nonostante il vantaggio Ruvo incappa in un paio di tecnici che però non vengono sfruttati a fondo dal Cus in un’altra giornata da rivedere in lunetta, si va così sul 47-61.

Bitetti va a segno per il -12 poi Baraschi va vicino a riaprire alla grande la partita con un gioco da tre punti che non riesce, anzi arriva il tecnico per Dusels. Dall’altra parte dopo i liberi, Laquintana infila un paio di triple che di fatto chiudono la partita sul 52-72. Il resto è solo garbage time utile per vedere i primi punti del giovane prodotto Virtus, Mattei dalla lunetta e l’esordio assoluto dell’altro giovane orange Riccardo Egitto.

Ora bisogna recuperare energie e condizione in vista del derby di domenica prossima 20 gennaio, a Castellaneta contro la Rospetto Valentino.

CUS JONICO TARANTO – TECNOSWITCH RUVO 62-85
Cus Jonico Basket Taranto: Biteti 3, Dusels 13, Giovara 4, Simaitis 19, Baraschi 9, Martignago 7, Del Giudice ne, Egitto, Mattei 2, Pannella 5. All: Caricasole.
TecnoSwitch Talos Ruvo: Marchetti 14, Laquintana 34, Jovic 10, Bagdonavicius 6, Di Salvia 5, Mascoli 10, Ippedico 2, Eremita, Luzio, Luzza 4. All. Patella.
Parziali: 11-25, 30-39, 47-61;
Arbitri: Domenico Ranieri di Mola di Bari (BA) e Francesco de Carlo di Lequile (LE).
Usciti per falli: Jovic, Bagdonavicius e Luzza (R);
Spettatori: 300.
MRB.it Tag:
cus jonico taranto
basket